Celebrity Hunted 4, anticipazioni sul cast

Celebrity Hunted – Caccia all’uomo è pronto a tornare in onda. Il popolare reality trasmesso da Prime Video è giunto alla quarta edizione. Quattro le coppie che gareggeranno e tenteranno di non farsi catturare dai “cacciatori”. La fuga, per chi non si farà acciuffare prima della fine del programma, durerà due settimane e si svolgerà lungo tutto lo Stivale. Come al solito i concorrenti avranno a disposizione poche risorse economiche e pochi strumenti per spostarsi e non farsi scovare. Di seguito il cast completo:

-Raoul Bova, Rocio Munoz Morales
-Belen, Cecilia Rodriguez
-Herbert Ballerina, Brenda Lodigiani
-Gué Pequeno, Ernia


Raoul Bova e Rocio Munoz Morales, come è noto, sono una coppia anche nella vita privata. I due attori sono legati sentimentalmente dal 2011 e hanno due figlie, Luna e Alma. Belen e Cecilia Rodriguez sono unite dal “sangue”, essendo sorelle. Le due congiunte condividono un rapporto strettissimo. Herbert Ballerina e Brenda Lodigiani sono accomunati dalla comicità mentre Gué ed Ernia condividono la ‘fede’ nel rap.

I vincitori delle scorse edizioni
Nella prima stagione dello show sono arrivate in fondo le coppie formate da Fedez – Luis Sal e Claudio Santamaria – Francesca Barra. La seconda edizione ha visto trionfare Elodie e Myss Keta. Nella terza sono saliti sul gradino più alto del podio Salvatore Esposito e Marco D’Amore.

La prima edizione è partita dal Colosseo ed è terminata a Villa Usuelli, nel comune di Blevio. Le vincite sono state così devolute in beneficenza: Fedez alla compagnia teatrale Mayor Von Frinzius, Luis Sal all’AIRC e la coppia Santamaria/Barra all’associazione Heal.

La seconda stagione è partita da Venezia ed è terminata a Villa Astor di Sorrento. Elodie e Myss Keta hanno scelto di devolvere il premio all’Onlus “The Circle”, una associazione che sostiene i diritti delle donne e l’uguaglianza.
La terza stagione è partita da Firenze ed è terminata al Castello Maniace ad Ortigia, in Siracusa. I vincitori Marco D’Amore e Salvatore Esposito hanno devoluto il 50% del premio a Save the Children e l’altro 50% a Emergency.

Torna in alto