La proposta di Eleonora Giorgi: “Le Asl dovrebbero passare il lifting a chi è depresso”

“Le Asl dovrebbero passare il lifting a chi è depresso”. Ne è convinta Eleonora Giorgi che, in un’intervista al settimanale Chi, si è detta “rinata” grazie al ritocchino estetico cui si è sottoposta recentemente.

L’attrice, che si è lasciata immortalare per la prima volta col suo viso nuovo di zecca, ha rivelato di essere ricorsa alla chirurgia estetica perché “non mi riconoscevo più”. “Sono una donna vitale – ha spiegato – l’immagine non corrispondeva più a quello che sentivo dentro. Avevo il disperato bisogno di somigliarmi il più possibile”.

Eppure quando si è vista la prima volta dopo l’intervento, si è spaventata. “Mi è preso un colpo! Ero così gonfia che quasi speravo di tornare come ero… Ma poi passati i primi giorni non avevo più dubbi: avevo fatto la scelta giusta. In un attimo mi sono rivista di nuovo bella”.

Talmente è entusiasta del risultato che azzarda una raccomandazione: “Le Asl dovrebbero passarlo a chi è depresso”. Non dice il prezzo, ma assicura che il costo dell’operazione è comunque “inferiore rispetto a quello che si possa pensare”.

In futuro però assicura, non ci saranno altri ritocchini: “D’ora in poi mi prenderò cura del mio volto che è il mio strumento di lavoro”. Alla domanda se abbia paura del tempo che passa, Eleonora Giorgi confida: “Più che paura, spaventa. Ho deciso di non sprecare nemmeno un minuto della mia vita. Ogni giorno mi aspetto che la vita mi sorprenda”.

Blitzquotidiano.it

 

 

Tag:, , , , ,