Amadeus candidato al Festival di Sanremo dopo Conti

Carlo Conti alla ricerca del suo successore per il prossimo Festival di Sanremo. Dopo due edizioni ha deciso di passare la mano, troppo rischioso ritentare dopo l’exploit degli ascolti dello scorso anno, complice la presenza, al suo fianco, di Maria De Filippi. I tempi stringono e al termine dell’estate è d’obbligo decidere. Il gossip dell’ufficiosità vede al primo posto Amadeus, forte del successo alla conduzione di Reazione a catena e dei Soliti Ignoti (Rai1), che potrebbe essere affiancato da Mika e da una o più partner. L’obiettivo è quello di conquistare un ascolto inter-generazionale, che consenta i grandi numeri.

Andrea Fabiano, neodirettore di Rai1, ha previsto un forte impegno della sua rete in occasione del 25ennale della morte del giudice Paolo Borsellino, avvenuta il 19 luglio 1992. Proprio in quel giorno, in prima serata, ha messo in palinsesto Adesso tocca a me, un docufilm firmato da Francesco Miccicchè che racconta, tra testimonianze e ricostruzioni, quei giorni drammatici (già il 23 giugno Rai1 aveva dedicato la serata, con Fabio Fazio, all’anniversario della morte di Giovanni Falcone). Qualche giorno prima, dopodomani venerdì 14, è in programma, sempre in prima serata, una puntata speciale di Cose nostre (programma di Emilia Brandi, Giovanna Ciorciolini, Mauro Caporiccio, Riccardo Pintori, Carlo Puca) dedicata ad Antonino Bartuccio, l’ex sindaco di Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria, che vive sotto scorta per avere denunciato le ingerenze della ‘ndrangheta nel suo paese. Un altro speciale è previsto per il 21 luglio, imperniato sulla figura del boss Messina Denaro, latitante da oltre 25 anni, coinvolto nelle stragi e negli attentanti che hanno insanguinato la Sicilia.

Marco D’Amore e Salvatore Esposito da una parte, Terence Hill e Nino Frassica dall’altra: i primi hanno appena terminato le riprese, i secondi sono ancora sul set. Di fronte al top dell’audience i tormentoni proseguono. Chi è quel direttore di rete che si azzarda e stopparli? Ecco allora al montaggio Gomorra-3 che Sky proporrà a novembre, 12 puntate che saranno pure adattate a film per le sale cinematografiche. Mentre Don Matteo è all’undicesima stagione. Stessa minestra (vincente) con due nuovi ingressi, Maria Chiara Giannetta nei panni di un capitano, e Romina Carrisi, figlia di Albano e Romina Power.

Massimo Giannini dopo la non positiva esperienza a Rai3 con Ballarò e il ripescaggio ad opera di Giovanni Floris a DiMartedì (La7) ora ci prova con la radio. Tutte le mattine, alle 8,05, su Radio Capital conduce Circo Massimo, in cui commenta le notizie che presumibilmente animeranno la giornata.

Gerry Scotti va in vacanza con Caduta libera e dal 17 luglio al suo posto Canale5 proporrà in palinsesto la soap Il segreto, che nelle intenzioni dovrebbe trainare, al pari di quanto faceva il quiz, il Tg5 di Clemente Mimun. Anche se spostata d’orario (la sua collocazione usuale è alle 18,45) la soap continuerà per tutta l’estate mentre Beautiful (Canale5) sarà sospesa dal 4 al 28 agosto, e Un posto al sole (Rai3) andrà in pausa dal 14 al 25 agosto. Insomma, anche i drammoni soffrono d’arsura.

Gianluigi Paragone abbandona (sembra) la polemica per la chiusura del suo talk La Gabbia (La7) e si converte al teatro. Ha scritto un testo satirico sul mondo della finanza e delle banche. Titolo: Gangbank. Dice: «In fondo continuo a bacchettare come facevo in tv, parlo della fiducia mal riposta in istituzioni che dovrebbero difendere i nostri interessi».

Walter Veltroni viene replicato nonostante gli scarsi ascolti della prima messa in onda ma, si sa, noblesse oblige, e quindi ecco di nuovo Gli occhi cambiano ed ecco ancora Daria Bignardi, direttore Rai3, a prendere su i cocci. Appena 611 mila telespettatori, 2,9% di share, con Rai3 canale maglia nera della serata. Pure Luca Telese e David Parenzo hanno fatto meglio, il loro talk In onda (La7) ha registrato uno share del 3,5%. A farne le spese è stato anche Maurizio Mannoni che ha ricevuta la linea con gli ascolti a pezzi e ha faticato a portare LineaNotte al 3,7%. Interesse calante anche per Una voce per padre Pio (Rai1) che a differenza del passato non riesce a vincere la prima serata, superata addirittura da una replica, Ciao Darwin, su Canale 5: 2,2 milioni (16,5% di share) contro 1,5 milioni (12,1%).

Mauro Meazza, Stefano Elli e Marco Lo Conte condurranno su Radio24 (ogni sabato dal 22 luglio) Il serpente corallo, ovvero consigli (a volta semiseri) su come difendere i propri risparmi dalle truffe. Il palinsesto estivo dell’emittente confindustriale prevede tra l’altro il ritorno di Dylan Dog, singolare trasposizione radiofonica di un fumetto. Inoltre proseguono gli appuntamenti quotidiani del mattino con Alessandro Milan e Oscar Giannino (24Mattino e Attenti a noi due), Debora Rosciani e Nicoletta Carbone (Cuore e Denari), Gianluca Nicoletti (Melog) e del pomeriggio con Carlo Genta (Tutti Convocati), Sebastiano Barisoni (Focus Economia) e Giuseppe Cruciani e David Parenzo (La Zanzara).

Vincenzo Morgante, direttore TgR, la testata regionale Rai, è sobbalzato quando ha visto l’invita del Tgr Lazio che in diretta parlava di un omicidio avvenuto a Ponte di Nona. La giornalista non si era accorta che nel muro alle sue spalle troneggiava, vergata in grande con vernice, una bestemmia. L’inquadratura non è stata cambiata nel corso del collegamento e l’incidente non è passato inosservato.

Sandro Piccinini sarà il telecronista delle partite della prossima Champions League, su Canale5. Dopo un incontro con Pier Silvio Berlusconi è stato raggiunto l’accordo. Sedici i match che vedranno inizialmente impegnate le squadre italiane. Ovviamente Mediaset spera che tante supereranno le qualificazioni e che quindi gli appuntamenti col calcio saranno molti di più.

Edgar Ramìrez interpreta Gianni Versace e Penelope Cruz veste i panni di Donatella Versace: le riprese dei dieci episodi sulla vita e l’omicidio dello stilista (avvenne 20 anni fa a Miami) stanno per concludersi. Entro l’anno sarà terminato il montaggio e nel 2018 è prevista la messa in onda quasi in contemporanea negli Stati Uniti e in Italia, su FoxCrime (canale 1216 di Sky).

Paolo Bollani editore dell’emittente È Live Roma (canale 71 del Lazio) lo è ora anche di Brescia Tv, che faceva parte del gruppo Athesis/Bresciaoggi. Prima decisione del neoproprietario, il cambio del nome: si chiamerà E’ Live Brescia e per vederla ci si potrà sintonizzare sui canali 16 e 199 (in Lombardia). In nuce un piccolo network.

Sergio Canelles torna su Tv2000, la televisione dei vescovi, con Storie e persone. Il leitmotiv è la narrazione di esperienze di chi non si è arreso. Dal vecchio quartiere italiano di Marsiglia, oggi abitato nella quasi totalità da magrebini, dove c’è il maggior numero di moschee della città ma anche la storica scuola popolare scalabriniana che offre corsi di alfabetizzazione a donne islamiche e doposcuola ai bambini, ad Aversa dove sui terreni abbandonati dell’ex manicomio lavorano detenuti in affidamento e soggetti psichicamente fragili. Ogni giorno, dal martedì al venerdì alle 19,30 sul canale 28 del digitale terrestre, 140 di Sky e 18 di Tivùsat.

Daria Bignardi, direttore di Rai3, ha scelto una sitcom umoristica per l’estate, protagonista è John Stamos, titolo: Grandfathered, nonno all’improvviso. Si tratta di 22 episodi che saranno in onda (alle 20,15) dal 17 luglio. La sitcom ruota intorno al personaggio di Jimmy che è arrivato a 50 anni e divide la sua esistenza tra il ristorante di lusso molto ben frequentato che possiede e la sua vita amorosa fatta di continue avventure. In un tran tran al quale oramai si è abituato da anni, arriva il colpo di scena. Un bel giorno un giovane uomo si presenta e gli svela di essere suo figlio. La trama ha convinto la Bignardi ed ecco il nonno animare l’estate di Rai3.

Giorgio Ponziano, Italia Oggi

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,