«Non uccidere 2»: trama, cast e personaggi

Tornano in prima serata su Rai 2 le indagini dell’ispettore Ferro, interpretata da Miriam Leone, a partire dal 12 giugno

Da lunedì 12 giugno la prima serata di Rai2 si tinge di nero, o meglio di noir: arriva infatti la seconda stagione «Non uccidere», coprodotta da Rai Fiction e FreMantle Media Italia, con le prime 12 di 24 puntate da cinquanta minuti ciascuna. Ventiquattro nuovi casi per l’ispettore Valeria Ferro, interpretata da Miriam Leone.
Ogni episodio di «Non uccidere», infatti, è costruito intorno a un’indagine che riguarda un delitto in famiglia, o, più genericamente, consumato all’interno di una comunità chiusa. Un mondo, quello che gravita intorno all’omicidio, esplorato attraverso le indagini e i punti di vista di tre personaggi legati alla vicenda raccontata nella puntata. Storie ispirate alla cronaca nera più o meno recente, per svelare le relazioni sentimentali che spesso sono dietro il trauma di un delitto. Crimini tra persone che spesso si sono amate e odiate: gelosie, vendette, rabbie represse o semplicemente raptus momentanei, in cui la verità si nasconde sempre.
Una delle serie più innovative della fiction italiana, già distribuita in vari paesi del mondo e attualmente in onda, con la prima stagione, in Francia e in Germania sul canale franco-tedesco ARTE, che si appresta a ripetere il successo in Italia con la seconda intrigante stagione. In attesa della prima puntata, approfondiamo trama, cast e personaggi.
LA TRAMA
La protagonista del racconto è sempre lei, Valeria Ferro (Miriam Leone), ispettore in forze alla Squadra Omicidi della Mobile di Torino: una poliziotta giovane, ma estremamente abile, forte di un intuito fuori dal comune e soprattutto di un’ossessione che muove tutto il suo agire: quella per la verità. Il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. Nella prima stagione, con l’uscita dal carcere di Lucia, Valeria aveva affrontato i fantasmi del passato, cercando di scoprire la verità riguardo alla morte del padre: chi l’ha ucciso davvero? E, sul finale di stagione, la scoperta: quell’uomo non era il suo vero padre. Una verità scioccante a cui si aggiunge, all’inizio della seconda stagione, un altro mistero: Lucia, infatti, scompare…
MIRIAM LEONE È VALERIA FERRO
Testarda, razionale ma allo stesso tempo dotata di un intuito innato, l’ispettore della Squadra Omicidi di Torino sembra vivere solo per il lavoro, senza concedersi mai tregua. La sparizione e la morte di sua madre, però, la metteranno a dura prova, tanto che in questa seconda stagione Valeria si ritroverà a mettere in seria discussione ogni aspetto della sua vita (prendendosi anche un periodo di riposo dal lavoro e valutando di lasciare la Polizia per sempre). Solo la presenza di una figura stabile come Andrea nella sua vita la aiuterà a non andare a fondo. Una situazione resa ancora più delicata dall’arrivo di Giuseppe Menduni e di sua figlia Viola.
MATTEO MARTARI È ANDREA RUSSO
La spalla di Valeria, sempre efficiente e operativo. In questa seconda stagione Andrea (Matteo Martari), oltre che collega, diventa anche compagno di vita ufficiale di Valeria. Un rapporto che vedrà, nell’andare a vivere insieme, un passo importante per entrambi. È Andrea che avrà il compito di aiutare e supportare Valeria, oltre che nel lavoro, anche in uno dei momenti più difficili della sua vita.
FEDERICO PACIFICI È GIUSEPPE MENDUNI
Un uomo dal passato oscuro. Giuseppe Menduini (Federico Pacifici) si assume fin da subito la colpa del delitto della madre di Valeria. Nonostante si tratti di un caso apparentemente già risolto, sembra che la verità che si cela dietro all’omicidio sia ben più complessa di quella che appare.
MARTINA DE SANTIS È VIOLA MENDUNI
La figlia di Giuseppe e come con lui, Valeria si pone fin da subito in una posizione di aperto conflitto con la ragazza. Ma Viola (Martina De Santis), sotto molti aspetti, è molto simile all’ispettore e questo porterà a un inevitabile avvicinamento tra le due donne.
THOMAS TRABACCHI È GIORGIO LOMBARDI
Il capo di Valeria, nonché suo ex partner sentimentale anche se continua a provare un forte sentimento nei suoi confronti. Forse l’unico che si convince della possibilità che Giuseppe Menduni non sia il vero colpevole della morte di Lucia. Ma questa sua convinzione lo ossessionerà al punto di usare Viola per scoprire la verità (e mettere in pericolo la vita della ragazza).
COSA SUCCEDE NELLA PRIMA PUNTATA?
Ci sono due misteri da risolvere per l’ispettore Ferro: uno a livello professionale e uno a livello personale. Il primo riguarda l’omicidio di Susanna Bianco, per il quale è indagato il marito Dario Bianco, già accusato di violenze nei confronti della moglie. Susanna era riuscita a fuggire di casa con il figlio Federico, trovando rifugio in un centro di assistenza per donne maltrattate in cui tutte le ospiti vivono in incognito. Alessia Randi, un’operatrice del centro antiviolenza molto legata alla vittima, è convinta che Dario sia riuscito a risalire all’indirizzo del centro e a mettersi in contatto con Susanna per ucciderla. Ma la versione dell’avvocato di Dario sostiene che Susanna aveva volontariamente deciso di lasciare il centro di assistenza e di tornare da suo marito.
Nel frattempo, Lucia, la madre di Valeria, fa perdere le sue tracce. Indagando, e lei scopre che è stata probabilmente oggetto di un rapimento. Ma la verità non è mai come sembra…

Paola Toia, Tv Sorrisi e Canzoni

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,