Eleonora Giorgi spiega come sta andando la lotta contro il cancro

Eleonora Giorgi è finita sotto i ferri per rimuovere il tumore al pancreas. A Gente spiega come sta andando la sua lotta contro il cancro. “Non volevo farmi operare”, confessa. E svela: “Ora riprenderò la chemioterapia”. ”Non volevo farmi operare, ora riprenderò la chemioterapia”: Eleonora Giorgi spiega come sta andando la lotta contro il cancro.

La sua vita sta tornando gradualmente alla normalità. Ha partecipato alle nozze del figlio e ai David di Donatello 2024. “Dopo l’intervento è come se fossi rinata una seconda volta”, sottolinea la Giorgi al settimanale, che le regala la cover insieme al bambino. Il tumore che ha avuto è “tra i più pericolosi, con un’incidenza di mortalità importante”. “Dovevo fare la prima chemioterapia per bruciarlo e poi un’operazione, che non era né semplice né tantomeno scontata”, chiarisce. L’attrice 70enne a Gente dice: “Dopo l’intervento è come fossi rinata una seconda volta”.

All’inizio l’artista 70enne si è fortemente abbattuta, poi ha mutato atteggiamento. ”Ora riprenderò a fare la chemioterapia e non smetterò di combattere. All’inizio non volevo farmi operare – spiega – pensavo che il corso della mia vita fosse praticamente finito. Se dovevo morire, allora volevo terminare i miei giorni in modo normale, senza cure devastanti, senza calvari terapeutici, non mi andava che il mio nipotino mi ricordasse emaciata e smunta come un cadavere, come purtroppo è successo a me negli ultimi giorni di vita di mia madre”.

E’ stata la famiglia a dare la forza necessaria a Eleonora: “I miei figli, le mie nuore, il mio ex marito Massimo CIavarro che, sorprendendomi, appena ha saputo ha lasciato Lampedusa ed è venuto a Roma per starmi accanto. Per loro lotterò per la vita fino in fondo e non mi arrenderò mai”. “Ho fatto chemio devastanti e finora non ho perso tanti capelli – rivela la Giorgi – L’intervento è stato effettuato in modo magistrale ed è andato bene: mi hanno tolto la coda del pancreas e la milza. Prima mi sono gonfiata poi ho perso qualche chilo, ma l’oncologo dice che la mia risposta è stata perfetta, che la cicatrice sta rientrando. Confesso che spesso mi sembra di avere una mina nella pancia e fa male, ma non mi scoraggio”.

Torna in alto