Netflix non parteciperà al festival di Cannes: “Non accettiamo di andare fuori concorso”

A poche ore dall’annuncio del programma del festival francese il capo della piattaforma dice in esclusiva a Variety che non parteciperanno dal momento che Thierry Fremaux non prevede in concorso film che non escano in sala

La battaglia tra Netflix e il festival di Cannes si chiude così. Ted Sarandos ha annunciato, in esclusiva a Variety, che i film della piattaforma non andranno al festival fuori concorso. “Non ci sarebbe nessuna ragione valida per andare fuori dalla competizione – ha detto Sarandos – La regola è stata messa implicitamente a riguardo di Netflix e Thierry (Frémaux, ndr) l’ha creata esplicitamente per il nostro caso quando ha annunciato la novità”. Dopo le polemiche dello scorso anno, nate dopo che i film Okja con Tilda Swinton e The Meyerovitz Stories con Dustin Hoffman erano in concorso senza il consueto passaggio in sala, la questione era stata di nuovo sollevata a fine marzo quando, annunciando i cambiamenti della prossima edizione del festival francese (8-19 maggio), Frémaux aveva dichiarato di voler escludere dalla competizione ufficiale i film del servizio streaming, a differenza di quanto era successo l’anno scorso. “Ora la regola è chiara: ogni film che viene selezionato per il concorso dovrà uscire nelle sale – ha detto Fremaux nell’intervista a Repubblica –  L’anno scorso si sono rifiutati di farlo, è il loro modello economico e lo rispetto. Ma noi ci occupiamo di cinema e vogliamo che i film della competizione vengano distribuiti nelle sale” aveva detto. A Netflix quindi, non resterebbe che partecipare fuori concorso o nella sezione Un Certain Regard, lì “è la benvenuta a Cannes”. Netflix ha scelto a questo punto di non partecipare al festival.

Repubblica.it

Tag:cambiamenti, cannes, cinema, concorso, dustin hoffman, edizione, festival, novità, servizio, sezione, streaming

Exit mobile version