LA BELLA E LA BESTIA, SE LA BAMBOLA DI BELLE ASSOMIGLIA PIÙ A JUSTIN BIEBER CHE A EMMA WATSON

L’immagine postata da un fotografo americano ha scatenato la creatività dei fan Disney

Dopo la pubblicazione della clip in cui un’intonatissima Emma Watson canta la canzone di Belle, l’attesa per live action di La Bella e la Bestia si è fatta ancora più trepidante, arrivando a toccando vette inimmaginabili. Stavolta sotto la (spietata, ma decisamente onesta) lente d’ingrandimento di massa, la bambola messa in commercio per l’occasione dalla Disney. Che dovrebbe riprodurre nel volto e nella fisicità le fattezza di Emma Watson – protagonista femminile della pellicola – e che invece assomiglia terribilmente a Justin Bieber.
LA BAMBOLA
Pelle chiarissima, zigomi levigati, fronte infinita. A tutto il viso della bambola somiglia tranne che a quello di una ragazza, men che meno a quello dell’ex Hermione Granger della saga di Harry Potter. Le prime immagini del gadget sono comparse online qualche giorno fa, quando il fotografo William Herrington – collezionista del genere, che vive in Colorado – ha postato deluso su Flickr la scatola della principessa Disney in vendita al JCPenney (uno dei grandi magazzini della catena statunitense) con sede a Grand Junction. «Sapevo che le bambole dei live action vendute nei Disney Store non sono mai somiglianti al 100% agli attori, ma questa è davvero atroce» ha aggiunto l’uomo agli internauti che gli chiedevano un commento, sottolineando come il viso fosse «lucido e coperto di lentiggini (che somigliano più a una malattia della pelle) e la testa sembrava aperta e ruotata nel punto in cui si innestano i capelli».
LA REAZIONE ONLINE
A quel punto, è stato un attimo che i fan della Disney – quelli cresciuti con il cartone animato del 1991, ma anche i più giovani – hanno dato il meglio di sé online. Soprattutto su Twitter, con meme e collage davvero divertenti. Dall’elaborato «quando ordini online la bambola di Emma Watson e ti arriva, invece, quella di Justin Bieber con un abito giallo e una parrucca» ai più istintivi «sto piangendo dal ridere», «povera Emma», «che tragedia». Superato il primo momento di sconcerto, però, si è poi passati alla corsa alla somiglianza a ogni costo. La maggior parte, come già detto, ha optato che il cantante canadese di Sorry che non è stato l’unico famoso chiamato in causa. Dal presidente Barack Obama – «la versione bianca» – alla star transessuale Caitlyn Jenner, passando per l’attrice Jennifer Garner.
IL FILM
Errori di merchandising a parte, la grande attesa per il film in Italia terminerà il 16 marzo (gli americani dovranno, invece, aspettare il 17). Finalmente potremo andare al cinema a vedere Emma Watson nei panni di Belle e Dan Steven (Matthew Crawley in Downton Abbey) in quelli della Bestia. Ma soprattutto potremo constatare se tutte queste aspettative – il primo trailer pubblicato è stato il più visto di sempre in un solo giorno – fossero ben riposte o meno.

di Andrea Cominetti, LA STAMPA

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Exit mobile version