Bruce Springsteen torna con un nuovo album, «Letter to You». E torna al rock’n’roll

Il lockdown deve essere stato periodo fervido d’ispirazione e pure i tragici fatti di Floyd, a cui aveva già dedicato un instant song: fatto sta che a un solo anno di distanza dall’ultimo «Western stars», Bruce Springsteen ritorna con un nuovo album : «Letter to You», in uscita il 23 ottobre prossimo.

«Disco registrato di corsa, come mai prima»

E da quanto si può già ascoltare dalla title track, dovrebbe essere un lavoro molto diverso dal precedente: se là abbondavano atmosfere e partiture pop, qui torniamo al vecchio, caro rock’n’roll springsteeniano. Anche perché a differenza di Western Stars, per registrare questo disco si sono riuniti tutti i vecchi sodali della E-Street Band, dalla moglie Patty Scialfa a Little Steven. E il quasi 71enne Boss (li compie il 23 settembre prossimo) pare si sia molto divertito a farlo: «Il disco suona completamente live in studio, in un modo che non avevamo quasi mai fatto prima, senza nessuna sovraincisione. Abbiamo realizzato l’album in soli cinque giorni, e quella che ne è venuta fuori è una delle più belle esperienze di registrazione che io abbia mai vissuto». Gli inediti sono 9 e poi ci sono anche tre brani degli anni’70 , mai ascoltati fin qui : Janey Needs a Shooter, If I Was the Priest e Song for Orphans. Un disco che preclude a un tour? In tempi di coronavirus difficile ipotizzarlo, ma siamo certi che, se la situazione dovesse migliorare, il Boss non rinuncerà all’abbraccio del suo pubblico.

Matteo Cruccu, Corriere.it

Tag:, ,