«La morte di Cameron Boyce? Un incubo senza risveglio»

Rompe il silenzio il padre del giovane attore scomparso, ringraziando i fan per il supporto. Si uniscono al cordoglio Adam Sandler e tante altre star di Disney Channel: «Ha rallegrato la vita di milioni di bambini per quasi la metà dei suoi vent’anni»

Il mondo piange Cameron Boyce: il giovane attore americano, star di Disney Channelsi è spento nel sonno il 6 luglio a causa di un problema di salute. A poche ore dalla tragedia, suo padre Victor rompe il silenzio e dedica un messaggio al figlio e a tutte le persone che hanno espresso il loro cordoglio: «Sono sopraffatto dall’amore e dal sostegno che la nostra famiglia ha ricevuto in un momento così drammatico», si legge su Twitter. «Questo aiuta ad alleviare il dolore di un incubo dal quale non riesco a svegliarmi».

Proprio sui social, un portavoce della famiglia aveva comunicato i motivi del decesso di Cameron con un triste messaggio. «È morto a causa di un attacco provocato da una patologia per la quale era in cura», si legge sul profilo Instagram dell’attore, che è stato protagonista di produzioni di successo come «Jessie» e «Descendants». «Il mondo ha perso una delle sue luci più luminose, ma il suo spirito continuerà a vivere attraverso la gentilezza e la compassione di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato».

Sono tante le star dell’universo Disney ad aver ricordato il ragazzo con teneri messaggi: «Molti si erano innamorati di lui per la sua gioia, la sua generosità e il suo impegno per il sociale», ha scritto Gary Marsh, presidente e direttore creativo di Disney Channel, in una mail ai colleghi rivelata da People. «È stata una presenza umile e divertente nelle vite nostre e di milioni di bambini, per quasi la metà dei suoi vent’anni». «Mi ha insegnato a diffondere amore e gentilezza», ha postato invece la collega Peyton List.

«Sei stato il fratello maggiore che non ho mai avuto», è il pensiero di Skai Jackson, che in «Jessie» interpretava proprio la sorella di Cameron. «Il mio cuore sarà sempre spezzato, sono felice di aver passato così tanti giorni con te sul set. Ora però non riesco a smettere di piangere». Tra i tanti messaggi di cordoglio, spicca quello di Adam Sandler, che aveva lavorato con lui in Grow Up: «Troppo giovane. Troppo dolce. Troppo divertente. Semplicemente il più simpatico, talentuoso e bravo ragazzo in circolazione».

Insomma, Cameron continua a vivere nel pensiero di tutte le persone che gli volevano bene.

Nicola Bambini, Vanity Fair

Tag:, , , , ,