Sotto18 racconta l’amore per i selfie

Compie 20 anni e indaga il mondo dell’autorappresentazione

Per i suoi 20 anni, Sotto18 Film Festival & Campus, rassegna di cinema per i più giovani, diretto da Stefano Della Casa, entra a testa bassa nel mondo dei giovani, nell’amore per i selfie e per l’autorappresentazione. Come racconta il titolo ‘Me, myself(ie) and I‘. La rassegna, al Cinema Massimo dal 15-22 marzo, verrà presentata a giorni, ma oggi all’Aiace, che lo organizza insieme alla Città di Torino, sono state fatte anticipazioni. Come la retrospettiva sull’autorappresentazione insita nel cinema, si pensi a certi film di Agnes Varda, Jean-Luc Godard, Jafar Panahi, l’omaggio a due personaggi dei cartoon che compiono 90 anni, Braccio di Ferro e Tintin, un ricordo del regista morto la settimana scorsa Beppe ‘Pe’ Calopresti, l’anteprima del film ‘Diamantino’, reduce dal grande successo all’ultimo festival di Cannes. Da segnalare il record di film prodotti dalle scuole inviati al concorso, 300 tra i quali ne sono stati selezionati 177 e la collaborazione con l’Università e il mondo cultura cittadino.

Ansa

Tag:, , , , ,