ED SHEERAN: IN 24 ORE NELLA STORIA CON I 2 NUOVI SINGOLI, È RECORD DI STREAMING

Ed Sheeran in concertEd Sheeran, la mega-star britannica già vincitore di diversi Grammy e Brit award, è tornato il 6 gennaio con due nuovi singoli, “Shape of you” e “Castle on the hill” e ha subito fatto la storia. I due nuovi brani non solo hanno creato frenesia tra fan vecchi e nuovi, ma hanno stabilito il record di streaming in un giorno superando gli oltre 13 milioni nelle prime 24 ore. Con 6.868.642 streaming per “Shape of you” e con 6.168.395 per “Castle on the Hill”, Ed ha stracciato il precedente primato degli One Direction, che avevano totalizzato in un solo giorno 4.759.698 streaming con “Drag Me Down” nel mese di agosto 2015.
I due singoli rappresentano un ritorno trionfale tanto da dominare le classifiche di tutto il mondo, al n.1 e al n.2 della classifica di Spotify Globale, Italia compresa, con oltre 25 milioni di streaming in 48 ore, al n.1 e al n.2 contemporaneamente su iTunes in 118 Paesi, su Apple Music e nell’aerplay in Uk. I Lyric video delle due canzoni hanno raggiunto oltre 10 milioni di visualizzazioni nelle prime 24 ore e oltre 28 milioni di visualizzazioni in 48 ore.
A proposito del suo ritorno sulle scene, Ed ha commentato: “Ciao 2017! Ho lavorato molto sul nuovo materiale e spero che vi piaccia quanto piace a me. Ho voluto farvi vedere due facce diverse della mia musica che mi appassionano e mi rappresentano in egual misura. E immediatamente ho saputo che avrei voluto andare con due canzoni nello stesso momento. Sono stra-felice di essere tornato!”
“Castle on the Hill” e “Shape Of You” mostrano in effetti due facce molto diverse del mondo musicale di Sheeran. “Castle on the hill”, scritta da Ed e Benny Blanco (che ne ha curato anche la produzione), rimanda ai suoi primi anni di vita a Framingham, nel Suffolk. Il ritmo trascinante e i potenti riff di chitarra si uniscono per creare un altro inno da stadio.
“Shape of you”, scritto da Ed, Johnny Mcdaid e Steve Mac (anche alla produzione) demolisce e ricrea il pop moderno usando poco più di un loop pedal. Il brano è un’estensione di quel tipico suono per il quale Ed è diventato famoso in tutto il mondo e che gli ha permesso di distinguersi tra gli artisti della sua generazione – a partire da quel lontano 2010 quando la sua performance live di “You Need Me, I Don’t Need You” andò per la prima volta online su SBTV e che, l’anno successivo, ha riportato nel primo EP “No.5 Collaborations Project” (con la collaborazione di una serie di artisti del movimento grime inglese, tra cui Wretch 32, Wiley ed altri).

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,