Travis Scott, al Gran Premio di F1 a Miami la prima esibizione dopo Astroworld

Il noto rapper di Houston, compagno di Kylie Jenner, è stato l’autore di un dj-set esclusivo per l’inaugurazione del Miami Grand Prix. Per Travis Scott è il ritorno live dopo la tragedia di Astroworld

È andato in onda ieri, domenica 8 maggio, per la prima volta sul Miami Grand Prix della città in Florida, il nuovo appuntamento con il Gran Premio di Formula 1 che ha visto trionfare Max Verstappen seguito da Charles Leclerc e Carlos Sainz. La gara è stata accompagnata nella giornata immediatamente precedente, da un ricco momento di musica e inaugurale presenziato da Travis Scott alla sua prima esibizione live dopo la tragedia di Astroworld.

TRAVIS SCOTT LIVE PER L’INAUGURAZIONE DEL MIAMI GRAND PRIX

In occasione dell’inaugurazione del Miami Grand Prix, con il noto Gran Premio di Formula 1 che per la prima volta ha raggiunto la Florida, Travis Scott è salito sul palco del megaclub E11even, nella notte dello scorso sabato 7 maggio, per l’attesissima esibizione live che arriva dopo il periodo di stop dalla tragedia di Astroworld, che ha sconvolto il mondo della musica lo scorso novembre. Durante la serata, il noto rapper di Houston, ha ripercorso il meglio dei suoi successi, coinvolgendo il pubblico presente in sala – tra manager, tecnici e rappresentanti del mondo della Formula 1, ma anche star della musica e dello showbiz – con brani come AntidoteHighest in the Room, ma anche le hit Pick Up The PhoneGoosebumps e SICKOMODE. Secondo la nota rivista e piattaforma di intrattenimento americana Page Six, presente all’evento, Travis Scott avrebbe suonato per circa 45 minuti, acclamato dal pubblico che attendeva il suo ritorno dopo l’incidente di Astroworld Festival dove, nella calca del concerto, sono morte 10 persone insieme a oltre 300 feriti.

TRAVIS SCOTT CANTA PER LA FORMULA 1 MENTRE SONO ATTIVE CAUSE LEGALI PER ASTROWORLD

Nonostante le cause legali che lo vedono imputato per la tragedia di Astroworld del novembre 2021, Travis Scott è così tornato ad esibirsi dal vivo. Quello dell’E11even club di Miami non è il primo dj-set del rapper americano che già ha presenziato nelle scorse settimane ad importanti eventi come il pre-Oscar del 27 marzo e l’after-party di Coachella. Non solo il meglio della Formula 1, Travis Scott ha cantato a Miami anche davanti a numerosi colleghi come Future, Tyga, Zedd, will.i.am, Busta Rhymes, Joakim Noah, Danny Amendola, ma anche Damson Idris, Travis Kelce, P.K. Subban, Terrence J, Teyana Taylor, Karrueche, Carnage, Alec Monopoly e Todd English. Arriva direttamente dagli invitati di Page Six la notizia che, l’artista di Houston pare essersi presentato volutamente in ritardo ma abbia subito provato a conquistare il pubblico lanciando denaro tra la gli invitati e impugnando una bottiglia di Don Julio del 1942. Per contrastare le cause legali all’attivo, il rapper ha lanciato l’iniziativa Project Heal per intraprendere azioni di supporto diretto che rendano tutti gli eventi musicali e non, degli spazi più sicuri.


Torna in alto