Justin Bieber e Hailey Baldwin: «Noi, casti fino alle nozze»

«Non abbiamo fatto sesso fino al matrimonio. La migliore scelta della nostra vita», hanno svelato il cantante e la modella nella loro prima intervista in coppia in cui parlano di amore, terapia e fragilità: «Non è tutto una favola magica. Stiamo lottando per crescere insieme».

«Non abbiamo fatto sesso fino alle nozze. La castità è stata una delle migliori decisioni che abbiamo mai preso». Lo hanno rivelato Justin Bieber, 24 anni e Hailey Baldwin, 22, nella prima intervista rilasciata da quando, lo scorso settembre, sono diventati in segreto marito e moglie con rito civile. I due, che si sono sono guadagnati la copertina di marzo di Vogue America, hanno ammesso di essersi sposati dopo sole 12 settimane di fidanzamento anche per poter finalmente fare l’amore. Ma non solo per questo: «Quando l’ho rivista lo scorso giugno, ho capito quanto l’amassi e quanto mi mancasse e quale impatto positivo avrebbe avuto sulla mia vita», ha detto Bieber.

La loro love story è nata dopo dieci anni di amicizia, un’amicizia che risale all’adolescenza. I due si sono conosciuti infatti tramite i loto genitori: la madre di Justin, Pattie Mallette, e il padre di Hailey, Stephen, si conoscono e frequentano da tempo. Tre anni fa, per un breve periodo, avevano iniziato a uscire insieme. Ma non era finita bene. I rapporti si erano così deteriorati che «c’è stato un periodo in cui, se io entravo in una stanza, lui ne usciva», ha raccontato la modella. Poi, lo scorso giugno, si sono ritrovati. Galeotta fu una conferenza di Rich Wilkerson Jr., il pastore della Vous Church, di cui sono entrambi seguaci, che ha celebrato il matrimonio di Kim Kardashian e Kanye West. «Un giorno Justin è entrato in chiesa e mi ha detto “Hey, sei cresciuta”. E io: “Sì, come va?”. Alla fine della conferenza mi ha detto: “Non saremo amici”». Ed è scattata la proposta di fidanzamento alle Bahamas. Da quel momento non si sono più lasciati e lei, un mese dopo, sfoggiava al dito un anello con un gigantesco diamante.

Bieber ha rivelato che nel giugno 2018 era casto da più di un anno (nessun rapporto fisico, quindi, tra lui e Selena Gomez, all’epoca sua fidanzata). Il cantante aveva deciso di mantenersi puro per le sue convinzioni religiose ma anche perché «avevo un problema con il sesso», una dipendenza da cui non ricavava più alcun piacere: «Mi sono dedicato a Dio perché sentivo che faceva bene alla mia anima e penso che Dio mi abbia ricompensato con Hailey. Nella vita ho sempre avuto bisogno di certezze». Hailey, la mia piccolina, è la mia certezza».

Nella coppia, lei è quella «calma, logica e strutturata». Lui invece è «irrequieto, emotivamente instabile»: per questo seguono una terapia di coppia che li aiuta a far progredire la loro relazione. «Stiamo cercando di costruire un rapporto sano», spiega Hailey. «Siamo tanto giovani, stiamo imparando piano piano. Ci stiamo impegnando per crescere insieme. Non mentirò dicendo che il matrimonio è una favola magica. Non ti svegli ogni giorno pensando: “Sono innamoratissima, è tutto perfetto”. Ma è bello lottare per costruire qualcosa».

La scorsa estate, dopo una vita da nomade, Justin ha comprato casa a Toronto. I due vivono lì da settembre, e ora progettano le nozze bis. Un cerimonia simbolica ma stavolta in grande stile, dopo quella segreta e intima a New York, che dovrebbe svolgersi «ad aprile o maggio» su una spiaggia caraibica, come ha svelato una fonte a People: «Sia Justin che Hailey amano i luoghi esotici. Lei sta lavorando a stretto contatto col suo wedding planner per pianificare tutto. Perché vuole un matrimonio perfetto».

Roberta Mercuri, Vanity Fair

Tag:, , ,