News dal mondo della tv

Belen, Mara Venier, Simona Ventura e Ilary Blasi si stanno contendendo la conduzione della nuova edizione (da gennaio) del Grande Fratello, che chiuderà la parentesi Vip e tornerà al copione normale coi concorrenti sconosciuti. Canale5 e Sky hanno deciso di scommettere sulla riuscita del programma, nonostante una certa stanchezza registrata nell’ultima edizione tradizionale. Una novità sarà che il vincitore si aggregherà all’Isola dei Famosi, in una sorta di collegamento tra i due reality di punta di casa Mediaset.

Ilenia Lazzarin da Un posto al sole (Rai3) a Il contadino cerca moglie, terza stagione su FoxLife dal 15 novembre. Il dating show è riproposto senza sostanziali novità: cinque contadini single aprono le porte delle loro fattorie ad altrettante single di città, desiderose di cambiare stile di vita e trovare l’amore. Questa volta, per fare spettacolo, tra i cinque vi è un coltivatore di fiori con la passione per la poesia e un allevatore di cozze. Insomma, il termine «contadino» è usato in senso lato.

Maurizio Costanzo, 79 anni compiuti in agosto, torna a occupare la seconda serata di Canale5. La 33esima edizione del Costanzo Show, in pratica mai modificato rispetto al debutto del 1982, incomincerà domani in seconda serata. Prenderà il posto dell’Intervista, che Costanzo ha condotto per quattro puntate (l’ultima a Silvio Berlusconi). A sostenere Costanzo sarà il suo storico autore, Gabriele Parpiglia.

Flavio Insinna e Anna Valle alla conduzione (che lo scorso anno era stata affidata a Vanessa Incontrada) della seconda edizione di Prodigi – La musica è vita. Il talent (in onda il 18 novembre) è realizzato in collaborazione con Unicef. Si esibiscono nove giovanissimi in varie discipline, dalla musica classica alla danza al canto lirico ecc. Per Insinna si tratta del ritorno a una prima serata dopo le polemiche per i filmati (in cui maltrattava verbalmente i concorrenti di Affari Tuoi) trasmessi da Striscia la notizia (Canale5).

Rosanna Pastore, responsabile della Pianificazione e mezzi Rai, lascia il posto per dedicarsi anima e corpo a risollevare Che tempo che fa, il traballante programma della domenica sera di Rai1 condotto da Fabio Fazio. Angelo Teodoli, direttore Rai1, le ha affidato il compito di interloquire con la produzione (il programma è confezionato da una società privata) per cercare la svolta. Al suo posto, alla Pianificazione, arriva Paola Sciommeri, che guidava il Centro di produzione Rai di Roma

Misha Sukyas, chef italo-armeno, ci prova col cooking tutorial. Food Network (33 del digitale terrestre) è ovviamente specializzato nelle cucine in tv. Ecco allora la proposta di Effetto Wow, ogni martedì e mercoledì alle 21,10, in cui insegna a cucinare piatti della tradizione con l’aggiunta di un tocco esotico. Sullo stesso canale, il lunedì (ore 21,10) Gian Marco Tognazzi conduce Chopped Italia, gara tra cuochi. Come faceva il padre, anche il figlio si mette ai fornelli.

Giorgia Scaccia è il suo forte imbarazzo. Inviata da Barbara D’Urso (per Pomeriggio Cinque) ha affrontato spavaldamente, senza preavviso, il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, e gli ha proposto domande su pedofilia e prostituzione in merito ad alcuni episodi che recentemente hanno coinvolto la curia. È stato un po’ rubare il mestiere alle Iene (Italia1), tanto più che il cardinale è stato avvicinato durante la funzione per i defunti. Sepe non ha risposto e ha licenziato la giornalista così: «Vai in pace e preparati alla morte».

Gigi e Ross da Made in Sud e Furore (Rai2) allo Zecchino d’oro (Rai1). Affiancheranno Francesca Fialdini nella conduzione della gara canora per i piccoli. Dovranno vivacizzare il programma che registrerà il ritorno, dopo qualche anno, di Topo Gigio. Primo appuntamento: sabato 18 novembre alle 16.40.

Antonio Di Bella oltre che direttore di Rainews24 è anche responsabile del Televideo. Nonostante i proclami sullo sviluppo digitale del servizio pubblico, non si è accorto che il «suo» Televideo è scomparso dall’App di Apple, perché, afferma il messaggio che arriva ai volenterosi aspiranti fruitori, non è stato tecnicamente aggiornato. Mario Orfeo (dg Rai) se ci sei batti un colpo.

Patrizia Cardelli lascia la vicedirezione di Rai Gold (a cui fanno capo Rai4, RaiMovie e RaiPremium) e approda alla vicedirezione per il Palinsesto di Rai1. Missione difficile: raddrizzare la barca dopo il flop di Celebration e Domenica In, e lo scarso appeal di Che tempo che fa. La Cardelli prende il posto di Roberta Enni, che diventa direttore di Rai Gold.

Michele Emiliano, presidente della Puglia, se la prende con la redazione regionale Rai e afferma pubblicamente: «È possibile che la Rai sia schiava di Claudio De Vincenti (ministro per la Coesione e il Mezzogiorno, ndr) e dei renziani». Casus belli: la soddisfazione del ministro, trasmessa dal tg locale, per la sentenza con cui la Corte costituzionale ha dato l’ok alla costruzione di un gasdotto al quale il presidente della regione si oppone.

Neri Marcorè: anche l’ultima puntata di Celebration conferma il flop del programma, bloccando Rai1 a quota 2,5 milioni, 12,7%, un abisso rispetto a Tu sì quel vales (Canale5) che può vantare 5,6 milioni (30%). Addirittura Rai3, con Ulisse condotto da Alberto Angela, per poco non fa meglio di Rai1: 2,1 milioni, 10%. La débâcle della rete ammiraglia nel prime time è avvenuta nonostante i 4,7 milioni (20,1%) ottenuti nell’access prime time dai Soliti Ignoti, che hanno superato Striscia la notizia (4,4 milioni, 19%). Da registrare anche la flessione del pur elegante CasaMika che ha vinto la serata con 3,3 milioni (14,4%) ma rispetto alla scorsa edizione ha perso 1,5 milioni di telespettatori e oltre 5 punti di share. Vi è poi da annotare la sorpresa positiva per Paolo Ruffini (con Federica Nargi e Gianluca Fubelli) che è arrivato terzo (1,6 milioni, 7,8%) con la prima puntata della nuova serie di Colorado (Italia1) e può festeggiare. Gli ha giovato il flop di Canale5 che ha messo (noblesse oblige) in prima serata L’Intervista di Maurizio Costanzo a Silvio Berlusconi, rimediando appena 2,2 milioni (8,7%). A dominare la serata è stata la fiction di Rai1, Sirene (4,1 milioni, 17,3%), che però ha perso dal debutto ben 600 mila spettatori.

Giorgio Ponziano, ItaliaOggi

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,