La lettera di papà Berlusconi a Pier Silvio per i suoi 50 anni

Una lettera di cinque pagine per i 50 anni del figlio Pier Silvio. La missiva è stata letta dall’ex Cavaliere nei giorni scorsi a Cannes, dove si è riunita la famiglia per festeggiare il compleanno del secondogenito

Grande amore di papà, ormai diventato adulto, Pier Silvio Berlusconi ha compiuto 50 anni (il 28 Aprile) e ha festeggiato questo traguardo importante con tutta la famiglia a Cannes. Ma ecco che, dopo gli auguri a sorpresa di Maria De Filippi durante la trasmissione «Amici», si è ritrovato ad affrontare un’altra forte dichiarazione d’amore: quella fatta, questa volta, dal padre. In una lettera molto lunga (troppo, forse, da leggere tutta se non si fa parte della famiglia) declamata durante i festeggiamenti per i 50 anni del secondogenito e pubblicata sul settimanale Chi dal fido Signorini, l’ex presidente del Consiglio ed ex Cavaliere, Silvio Berlusconi, si è lasciato andare ad una passeggiata sul viale dei ricordi e della commozione scrivendogli una lettera toccante.

La missiva letta da papà Silvio, scorre per cinque pagine ricordi e aneddoti che riguardano la vita insieme: «Mi sembra davvero impossibile che così tanto tempo sia passato da quando ti tenevo fra le braccia da piccolo e da quando giocavo con te godendomi la tua bellezza, la tua simpatia la tua allegria. Da allora tanto tempo è passato ma quei ricordi e quelle immagini sono sempre rimaste nel mio cuore, ancora oggi quando il lunedì entri nella sala da pranzo e vieni a baciarmi, si rinnova ogni volta l’emozione di allora».

Una lettera d’amore, decisamente, dove non sono mancati anche gli elogi per la carriera del secondogenito: «Mi hai sostituito alla guida della televisione come nessun altro avrebbe saputo fare. Ti sei conquistato la stima di tutti, hai preso sempre le giuste decisioni nei momenti difficili. E che si chiude con un tenero: «Bene, potrei dirti molte altre cose sul mio rapporto con te ma credo che questo basti. Sono un padre orgoglioso, molto orgoglioso di avere un figlio come sei tu. Il tuo papà. 28 aprile 2019».

Ma che Pier Silvio abbia col padre un legame forte, è risaputo. E le lettere sono abbastanza una consuetudine in casa: quando il «visionario, vincente, innovatore, imprenditore, Premier, presidente. Papà» compì 80 anni, Pier Silvio scrisse al leader azzurro una lettera altrettanto piena d’amore: «Questi ultimi dieci anni sono stati fondamentali per il rapporto tra me e una persona straordinaria come mio padre» scriveva «e mentre sullo sfondo scorrevano fatti pubblici importanti, dai grandi successi politici e sportivi alle grandi ingiustizie subite, e preferisco fermarmi qui, in questo decennio è aumentata in me la comprensione del ruolo fondamentale che mio padre ha avuto nella mia vita. Ma in questa stagione è arrivata anche la prova della salute. Una cosa seria, serissima. Che ha affrontato e superato come fa sempre lui: con coraggio e speranza nel futuro. Non ha tentennato, non ha preso tempo: ha guardato in faccia la realtà e ha deciso. Anche questa è un’altra esperienza forte per un figlio. Di più: un esempio indimenticabile. Se è possibile, oggi voglio ancora più bene a mio padre. Buon compleanno papà».

Simona Sirianni, Vanity Fair

Tag:, , , , , , ,