“La casa nella prateria” radioattiva? Inchiesta in tv sulla morte di Michael Landon

Autopsy: The Last Hours of…” è un docuserie che indaga sulle tragedie e sulle morti controverse dei personaggi famosi. Questa volta, lo show ideato nel 2014 da Channel 5, si è occupato della scomparsa di Michael Landon, la star de “La casa nella prateria” dove interpretava Charles Ingalls. L’attore americano è morto a Malibu il 1 luglio 1991, ucciso a 54 anni in sole 12 settimane da un tumore al pancreas. Una tragedia che colpì il pubblico da sempre affezionato a una delle icone del piccolo schermo a stelle a strisce.

Autopsy: The Last Hours of...” esaminerà la storia dell’attore partendo proprio dal telefilm girato dal 1974 al 1983 in un ranch di Simi Valley, a 25 chilometri dal Santa Susana Field Laboratory. Qui, non molto distante da Los Angeles, nel 1959 avvenne l’esplosione di un reattore nucleare. Alcuni studi successivi rivelarono la presenza di materiale radioattivo che, secondo gli esperti, potrebbe essere collegata alla malattia che colpì Michael Landon. Secondo quanto rivela l’anticipazione di “People” ci fu un aumento dei tumori nella zona di Santa Susana: «Gli studi sono arrivati alla conclusione che quell’incidente è legato alla morte di 2000 persone colpite da cancro – ha detto il patologo forense Michael Hunter – e che le radiazioni portarono a un aumento del 60% dei tumori».

Lo stesso Hunter però esprime scetticismo sul fatto che le radiazioni di Santa Susana abbiano causato la malattia di Michael Landon: «Nonostante gli studi scientifici sugli elevati tassi di tumori causati dalla vicinanza al sito dove avvenne l’incidente, non ci sono prove scientifiche sulla morte di Michael Landon». L’attore americano ha lavorato per tanti anni vicino al luogo dell’incidente di Santa Susana. Il dottor Hunter, nell’episodio della docu-serie, dice: «Anche se non posso escludere nulla, penso di aver trovato un’altra causa molto più convincente delle radiazioni sulla morte di Michael Landon».

Nella puntata non vengono svelati i sospetti del medico ma, come riporta il “Mail”, Landon ha avuto una storia di alcol e fumo molto importante. Landon era uno sportivo e un appassionato di fitness ma i racconti sulla sua vita svelano il suo passato legato ai super alcolici. Quando ricevette la notizia della sua malattia, viene raccontato nella puntata, si piegò a terra per fare le flessioni e dimostrare al medico che non poteva essere ammalato. Purtroppo però Landon morì tre mesi dopo la diagnosi iniziale, spegnendosi nel suo ranch a Malibu insieme alla moglie Cindy e ai suoi due bambini.

Ilmessaggero.it

Tag:, , , ,