ELLEN HIDDING ED EDOARDO RASPELLI HANNO FATTO IL BOOM CON IL 16,35 % DI SHARE

mela hidding e raspelliLa conduttrice è in Valtellina a parlare di mele , mentre il “cronista della gastronomia” in cima al Piemonte farà scoprire la Valle Antrona,in provincia di Verbano Cusio Ossola – Prima,alle 11, la rassegna delle puntate più belle con “Le Storie di Melaverde” tra Valcamonica (ad Esine, per il porfido viola ) e in provincia di Cuneo per l’ovino sambucano. Dopo il record di domenica 23 ottobre ( 16,79 % di share ), altro boom di ascolti anche domenica 6 novembre su Canale 5 per “Melaverde“, il programma di punta del day-time delle Reti Mediaset, condotto da Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding, giunto alla diciannovesima edizione. Raccontando i polli della provincia di Cuneo e le nocciole dell’entroterra di Chiavari (Genova), la trasmissione ideata dall’agronomo Giacomo Tiraboschi e giunta alla sua edizione numero 19, ha toccato il 16,35 % di share ( ed addirittura il 17,63 % nella seconda parte del target commerciale). Melaverde intanto è arrivata alla puntata 543 . Ecco gli argomenti di domenica 13 novembre.

Ellen Hidding-Natura e Gusto: lungo l’Adda in Valtellina per le mele
Una puntata dall’inizio emozionante. Ellen Hidding, insieme a degli specialisti, scenderà lungo il fiume Adda a bordo di un gommone da rafting. Bellissimi i panorami e gli ambienti che si incontreranno nel viaggio. Canyon, vallate, luoghi nascosti che solo dal fiume è possibile scoprire. L’arrivo è previsto sulle sponde del fiume che costeggiano i tanti meleti presenti in Valtellina, dove si producono tre varietà di mele ad Indicazione Geografica Protetta. La Golden Delicius, la Stark Delicius e la Gala. Da molti anni in questa valle la coltivazione delle mele è l’attività agricola più importante, grazie soprattutto alle caratteristiche del territorio e al clima, ideali per far crescere una mela di qualità. Si parlerà di varietà più note e anche di novità, come la nuovissima ed esclusiva, piccola ma buonissima varietà “Prema96”. Si seguirà tutto il percorso dalla coltivazione, alla raccolta, fino alla lavorazione di molte varietà di mele, gioielli di una delle valli più ricche della Lombardia.

Edoardo Raspelli: Valle Antrona (Verbano Cusio Ossola)
Edoardo Raspelli è in cima al Piemonte , in Valle Antrona, nella provincia di Verbano Cusio Ossola. Un territorio poco conosciuto ma sorprendente. Sorprendente perché in questa valle ci sono tantissime cose da raccontare. La valle è lunga circa 16 chilometri, vi abitano poco più di mille persone. Pochissime. Tante quante in una via di un quartiere popolare di Roma o Milano. Ma è davvero straordinario il numero di attività, di realtà, di iniziative e progetti che sono nati in questi ultimi anni in questa valle. Si parlerà di coltivazione dello zafferano alpino. Di canapa per usi tessili ed alimentari. Di segale con cui si realizza un pane antico. C’è un nuovo formaggio nato da pochi anni grazie alla passione dell’unico allevatore della valle che porta in alpeggio le sue vacche pezzate rosse e le sue capre e lì produce questo formaggio grasso simile alla Fontina. C’è poi un giovane agricoltore che è tornato a coltivare frutta lì dove il bosco ormai aveva preso possesso del territorio e raccoglie pigne di pino mugo per realizzare un miele speciale e un antico sciroppo portentoso contro i piccoli mali di stagione. Ma soprattutto, in Valle Antrona, c’è uno spettacolo unico e straordinario:stambecchi che scalano la parete di una diga con una pendenza del 90% per alimentarsi del salnitro, il sale, presente tra le pietre con cui è costruita la diga. E poi ancora moltissime curiosità, tra cui lo specchio di Viganella. Un’idea e una tecnologia geniali per far arrivare il sole in un borgo dove l’inverno il sole non c’è mai.

ALLE 11 LE STORIE DI MELAVERDE TRA LA VALCAMONICA E LA PROVINCIA DI CUNEO
Inoltre , anche quest’anno , tutte le domeniche, su Canale 5, sempre a partire prima della trasmissione ‘ammiraglia’, alle 11, vengono riproposte le “Storie di Melaverde”, approfondimenti di temi già trattati, ma visti da una diversa angolazione.

IN PROVINCIA DI BRESCIA, IN VALCAMONICA, AD ESINE PER LE “SCULTURE DI MONTAGNA” ED IN PROVINCIA DI CUNEO PER L’ OVINO SAMBUCANO
Per Le Storie di Melaverde Ellen Hidding sarà in Valcamonica , ad Esine, piccolo comune in provincia di Brescia, per scoprire qualcosa di straordinario che ha preso vita circa 280 milioni di anni fa quando da un vulcano, oggi divenuto un lago, si sprigionava un’intensa attività vulcanica. Si dice che il magma raffreddandosi lentamente imprigionasse, durante le notti stellate, la luce delle stelle che vi si rispecchiavano..oggi quelle stelle sono arrivate fino a noi in una pietra unica al mondo: il porfido viola Valcamonica. Vedremo come questa materia viene estratta da una cava, scopriremo le sue qualità e le diverse lavorazioni per creare rivestimenti, arredi, cucine e molto altro fino a vere e proprie opere d’arte, create da maestri scultori. Con Edoardo Raspelli invece andremo tra le montagne del Piemonte, per conoscere la pecora sambucana. Un animale che qualche decina di anni fa era quasi scomparso, e che grazie alla passione e anche alla lungimiranza di un gruppo di allevatori è stato oggi recuperato. Un piccolo paese suggestivo dove tutto gira intorno a questo ovino Sambucano. L’allevamento, la lana, il formaggio, la “Tuma”, realizzato in un minuscolo caseificio casalingo da una signora. I salumi di pecora realizzati da alcuni giovani e poi il ristorante, dove assaggiare le squisite carni dell’ovino Sambucano. Una storia da raccontare che arriva dal passato e che oggi è il motore per una crescente economia rurale che ha rivitalizzato un territorio ed ha permesso a tanti di rimanere in queste montagne.

Torna in alto