Peppino Rotunno, muore a 97 anni il maestro della fotografia di Fellini e Visconti

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Peppino-Rotunno-e1612714682115.jpg

Peppino (Giuseppe) Rotunno, uno dei più importanti e premiati direttori della fotografia del cinema italiano e internazionale, è morto il 7 febbraio 2021 nella sua casa di Roma. Aveva 97 anni. Rotunno è stato tra i grandi protagonisti degli anni d’oro del cinema italiano. Grande collaboratore di registi come Fellini (in Casanova,

Satyricon, Amarcord, E la nave va) e Visconti (Le notti bianche, Rocco e i suoi fratelli, Il gattopardo, Lo straniero), Rotunno era stato candidato all’Oscar nel 1980 per All that jazz di Bob Fosse. 

Ed è stato anche il primo non americano ad essere ammesso, era il 1966, il primo direttore della fotografia non americano ad essere ammesso all’ASC (American Society of Cinematographers). Tra i tanti premi vinti, anche sette Nastri d’argento, due David di Donatello più quello speciale del Cinquantenario. 

La sua carriera comprende anche la didattica e l’interesse verso le nuove generazioni:  è stato responsabile del corso di Fotografia  della Scuola nazionale di cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma fino al 2013.


Leggo.it

Tag:, , , , , , , , , , , ,