A Play Books, Caserme e fronti

Quali sono i “fronti” che nella vita ci chiamano a combattere e dove possiamo trovare fratelli d’armi? Nella quattordicesima puntata di Play Books, disponibile su RaiPlay da giovedì 6 luglio, il tema intorno a cui ruotano tutti i libri è “Caserme e fronti”, per parlare del senso di fratellanza che ci accomuna nelle lotte su diversi fronti: sia bellici che sociali.


Ospiti del programma sono la giornalista Giovanna Cucé, autrice di “Io sono Rita”, un’indagine sui lati oscuri della strage mafiosa di Via d’Amelio; l’attivista americana Ijeoma Oluo, autrice di “E così vuoi parlare di razza?”, una guida per affrontare in modo costruttivo una discussione sul razzismo; Leopoldo Carra il traduttore del romanzo “La seconda morte di Ramón Mercader”, dell’ex ministro spagnolo Jorge Semprùn, ambientato ai tempi della guerra fredda. Zuzu guida poi il pubblico nel mondo dei grafic novel con “Nel paese delle Veramiglie” di Camille Jourdy, un’avventura al confine tra reale e surreale, mentre lo storico rapper italiano Piotta, legge per “Play Books” la poesia di Dario Bellezza “Se viene la guerra”.

Claudio Morici racconta Carlo Emilio Gadda, autore oltre ai noti capolavori della letteratura italiana anche di sorprendenti taccuini dal fronte della prima guerra mondiale e Marco Conidi presenta il podcast “Lo Stato Parallelo” dell’ex magistrato Gherardo Colombo. Il poeta rievocato con il contributo delle Teche Rai, è questa volta, Giuseppe Ungaretti con un contributo su un tema a lui caro: quello della guerra. Infine, il fantasy scelto da Megi Bulla è “La figlia della Dea della Luna” ambientato, nella Cina fantastica di Sue Lynn Tan. Nella rubrica “Extra Books”questa settimana si parla di Lucio Battisti, uno dei più importanti cantanti italiani di cui Ernesto Assante ha colto tutta la grandezza, trasmettendola in una bella intervista.

Torna in alto