La Rai punta sull’usato sicuro

Elena Ferrante come Andrea Camilleri. Sono gli usati sicuri della Rai. Entrambi al top: Camilleri vince con 11 milioni di telespettatori ma la Ferrante si difende assai bene con 7 milioni. Ovvio che Rai1 insista nel metterli in palinsesto. Così se il primo continua a sfornare le indagini del Commissario Montalbano, la seconda ha pronti otto nuovi episodi che si rifanno al secondo libro della sua tetralogia Storia del nuovo cognome e che comporranno la fiction L’amica geniale 2. La troupe è attesa a fine mese a Napoli. Stesso team della precedente stagione: protagoniste Margherita Mazzucco e Gaia Girace, regista Saverio Costanzo.

Salvo Sottile di notte. Riprende il suo viaggio nell’universo notturno di alcune città italiane alla ricerca di chi è sveglio (per divertimento, per trasgressione, per criminalità) mentre quasi tutti dormono. Su Rai3 dal 18 marzo in seconda serata. Titolo: Prima dell’alba. Tra gli argomenti: lo spaccio di droga a Palermo, i driver a Milano, l’associazione dei transessuali a Bologna.

Alberto Angela e le sue Meraviglie-La penisola dei tesori. 4 nuove puntate dal 12 marzo su Rai1 dedicate a 12 siti riconosciuti (o in attesa) dall’Unesco. Tra le città protagoniste di questa nuova serie del programma: Urbino, Amalfi, Parma e Mantova. Angela questa volta darà spazio allo show, in ognuna delle città incontrerà infatti pure personaggi locali dello spettacolo.

Marco Mazzocchi, ex direttore di Raisport, critica Fabio Fazio per la sua intervista a Emmanuel Macron: «Per carità, pure interessante. Ma le interviste sono un’altra cosa».

Antonella Clerici e l’audience non esaltante di Sanremo Young (Rai1). Si difende: «Sono programmi coraggiosi, non scontati. E comunque io sono contenta e molto di Sanremo Young. Fare più di 3 milioni oggi è un grande risultato. Si tratta di ragazzi sconosciuti». Quanto al suo vecchio programma La prova del cuoco (Rai1) smentisce un suo possibile revival: «Non ritorno a La prova del cuoco: non sono una quaquaraquà, quando prendo una decisione non torno mai indietro».

Greta Scarano, appena comparsa nella fiction Non mentire (Canale5) passa all’ammiraglia della concorrenza ed è nel cast de Il nome della rosa (Rai1) dove addirittura interpreta due personaggi: Margherita e la figlia Anna. Dice: «Mi trovo bene in tanta versatilità, non voglio che quando le persone mi incontrano mi identifichino nelle figure femminili a cui ho prestato il volto. Desidero essere sempre me stessa e immedesimarmi con professionalità, nei personaggi che, di volta in volta interpreto».

Giorgio Ponziano, ItaliaOggi

Tag:, , , ,