Rosa Linn: “Vivo in un mondo difficile ma ora so dove voglio arrivare”

L’artista armena, che è stata ospite di X Factor 2022 il 24 ottobre, racconta la sua storia, fatta di coraggio, determinazione e amore.

Rosa Linn sta diventando la prima artista musicale armena al mondo e la prima producer donna dell’Armenia. E’ un paese affascinante ma complicato e Rosa Linn, che è stata anche ospite di X Factor 2022 , mi racconta come ha trasformato un sogno in vita vera.
Rosa la prima domanda riguarda la storia di Snap: quando la hai scritta e perché hai scelto quel brano per partecipare a Eurovision?
La ho scritta quando avevo 18 anni, quindi 4 anni fa. Ero appena tornata dagli Stati Uniti, dove ho avuto un amore non corrisposto e stavo attraversando tante situazioni contrastanti. Tutto questo mi ha distrutto psicologicamente e ho sentito come se stessi per impazzire. Da qui è nata l’idea per la canzone. Ho presentato Snap, e lo farei di nuovo, per l’Eurovision e la commissione in Armenia la ha scelto.
Nel video la sensazione è di vedere una giovane donna che guarda l’orizzonte in cerca di una strada, in cerca di speranza. Solo nel finale, quando voli sulla città, riesci a sorridere: hai trovato la tua direzione nella vita?
Voglio ovviamente che la mia vita sia con la musica e penso che in modo naturale abbia trovato la direzione giusta. Non credo sarei in grado di fare bene qualcosa d’altro oltre alla musica. Non vuol dire che la direzione sia facile ma almeno so dove sto andando e con cosa ho a che fare.
Quali sono i ricordi che vorresti svanissero e invece ti tengono sveglia alle 4 del mattino?
Sono una sognatrice, amo scappare dalla realtà e vivere nella mia mente la maggior parte del tempo. A volte divento ossessionata e non dormo per giorni. I ricordi di cui parlo nel testo di Snap riguardano la persona di cui ero innamorata mentre stavo scrivendo la canzone. È strano come vorrei poter riportare a galla quei ricordi ora, ed è proprio ciò di cui la canzone parla.
Come sta oggi il tuo cuore?
Il mio cuore è emozionato, grato e pieno d’amore naturalmente. Come creator ho costantemente bisogno delle mie muse: persone, cose, esperienze che mi fanno soffrire o che mi hanno fatto innamorare e disinnamorare. Amo poter incanalare questi sentimenti universali nella musica e far sentire ad altre persone queste emozioni.
In King, nella parte in armeno, dici non sarà facile nel mio mondo per te: è così difficile starti vicino?
Penso di essere un’amica fedele e premurosa con i miei amici più cari. Preferisco avere pochi buoni amici anziché tanti amici che vanno e vengono. Richiede più energie di quelle che attualmente ho ma credo ci voglia molta pazienza e comprensione per essere mio amico.
Nel video di King c’è un momento in cui sei davanti a uno specchio e ti togli il trucco: tu e l’immagine riflessa siete la stessa persona?
La scena, nel mio modo di vedere, serviva per mostrare quanto frustrata e stanca una persona può sentirsi quando prova ad adattarsi o ad appartenere a qualche posto in cui non vorrebbe mai essere. Dico sempre che c’è una Rosa Linn sul palco e una Roza Kostandyan nella vita al di là della musica e le due sono in una perenne lotta.
Nell’inizio di WDIA (would do it again) dici But what about you: sembra che tu sia sempre alla ricerca di qualcosa o qualcuno. Nella vita sei una persona sempre inquieta?
Raramente mi sento totalmente calma e felice. Soffro un po’ di ansia e depressione. Indipendentemente da quanto bene o male la mia vita stia andando, sono sempre un po’ distaccata dalla realtà e ho molti demoni da combattere nella mia mente. Penso che questo sia uno dei motivi per cui sono una brava artista. Incanalo questi sentimenti nella musica che faccio.
If you could go back…se tu potessi tornare indietro c’è una cosa che cambieresti della tua vita?
Come tutte le persone ho dei rimpianti ovviamente, ma non cambierei nulla. Sono dove sono per via di tutte le cose che ho passato, quelle belle e quelle brutte. Nonostante tutto sono abbastanza soddisfatta sul dove sono.
Hai ancora paura degli abissi in cui cadi per amore o li ha esorcizzati?
Ho sempre bisogno di essere innamorata, mi serve per sentirmi viva e ispirata. Ho molto amore dentro di me e che condivido tramite la musica. Mi spavento quando penso di star per innamorarmi di qualcuno con cui non posso stare. Se sento che è un qualcosa di serio inizio a preoccuparmi ma, di nuovo, l’amore è la cosa più bella al mondo, anche se fa male voglio comunque essere innamorata.
Come è nata la tua collaborazione con Alfa? Farete altri progetti insieme?
E’ venuta molto naturale. Andrea mi ha contattato dopo il successo di Snap e abbiamo iniziato a parlare su Instagram. Un giorno mi ha scritto che stava per venire a visitare l’Armenia per due giorni e che voleva incontrami. Ero molto entusiasta di ciò. Il giorno dopo ho prenotato lo studio per noi, per poter scrivere assieme. Abbiamo scritto una canzone in italiano e in inglese e abbiamo avuto l’idea di fare una versione ibrida di Snap. Siamo buoni amici ora e penso che potremmo scrivere assieme di nuovo.
Cosa accadrà nelle prossime settimane della tua vita artistica?
Dicembre sarà un mese molto calmo rispetto ai mesi precedenti. Tornerò a casa in Armenia con la mia famiglia e i miei amici. Sono molto emozionata di essere ospite all’Eurovision Giovani, la Junior Eurovision, che l’Armenia ospita quest’anno. Al di là di quello mi rilasserò semplicemente per poter essere mentalmente e fisicamente pronta per l’anno prossimo. 

Exit mobile version