Wind Summer Festival: quello che non avete visto in tv

Da martedì 4 luglio, per quattro serate su Canale 5, va in onda il Wind Summer Festival. Tra vincitori e backstage, ecco quello che abbiamo visto in piazza (e che non si vedrà in tv)

Quattro giornate, in un’afosa fine giugno in Piazza del Popolo a Roma, per portare in tv il grande festival dell’estate. Prove al pomeriggio, in un via vai di artisti che cantano davanti al pubblico più coraggioso, armato di ombrelli parasole, registrazioni alla sera, di fronte a una piazza gremita, con metal detector all’ingresso, a cui piano piano ci stiamo abituando per ogni evento live.

Uno spettacolo musicale che è prima di tutto uno spettacolo televisivo – in onda su Canale 5 e in contemporanea su Radio 105 -, e che vede alternarsi sul palco i grandi nomi della musica italiana, alla ricerca del ritmo perfetto che diventa un grande show per tutti coloro che amano la musica e accendono la radio alla ricerca del loro tormentone. Questo è il Wind Summer Festival, che dal 4 luglio, per quattro prime serate, è in onda su Canale5 con Roberto Cenci alla regia. Conduce Alessia Marcuzzi, affiancata da Daniele Battaglia e Nicolò De Vitiis.

Elisa, Fiorella Mannoia, Francesco Renga, Gianna Nannini, Giorgia, J-Ax & Fedez, Max Pezzali, Nek, LP, Jax Jones, Ofenbach, Paola Turci, Giusy Ferreri, Thegiornalisti, Cristina D’Avena, Benji & Fede e Annalisa, Fabio Rovazzi, Nina Zilli, Riki, Alex Britti, Fabrizio Moro, Gabry Ponte con Favji e Giulia Penna, Tiromancino. Questi i nomi della prima puntata, ma ne vedremo molti altri nel corso della trasmissione. Lorenzo Fragola, Arisa, Gary Dourdan, Ghali, Lodovica Comello, Mario Venuti, Sergio Sylvestre, Syria, Michele Bravi, Emma, Ermal Meta, Elodie, Thomas, Riki… ci sono tutti. Chi manca è solo Maria De Filippi che fino all’anno scorso era padrona di casa della manifestazione, con altro sponsor a dare il nome all’evento. Ma dalla bibita alla compagnia telefonica, il risultato è un festival che mantiene con successo il suo sapore d’estate.

I premi li portano a casa Fabri Fibra e Ermal Meta. Il primo per Pamplona, il brano più trasmesso in radio. Il secondo per Ragazza Paradiso, il più votato dagli ascoltatori di Radio 105. Altra gara, è quella dei giovani dove a votare sono i big in gara e una giuria di cinque giornalisti musicali armati di penna e scheda. Perché la musica vota la musica, un vincitore per tappa, i tre finalisti allo scontro della finale. I Desideri hanno la meglio sulla cantautrice Amara, l’allegro Shade su un intensissimo Lowlow, il raffinato Mahmood sull’eccentrico Tony Maiello. Vince la gara finale il duo napoletano, grazie al voto dei big. E le urla della piazza romana confermano il gradimento.

Silvia Gianatti, Vanity Fair

Tag:, , , , , , , ,