Grande successo a MagicLand per la mostra “Alberto Sordi segreto” curata da suo cugino Igor Righetti

Resterà allestita fino al 30 giugno nel primo teatro del Lazio dedicato all’attore

Sta suscitando grande emozione e interesse la mostra fotografica “Alberto Sordi segreto” ideata e curata da suo cugino Igor Righetti, autore del libro omonimo giunto all’undicesima ristampa in due anni. Attraverso 20 immagini eccezionali si scopre un Alberto Sordi mai visto prima, fuori dal set, nelle pause di lavorazione dei suoi film assieme ad altri grandi personaggi come David Niven o Brigitte Bardot, Vittorio De Sica, Anna Magnani e Aldo Fabrizi, all’interno della sua casa con i suoi amati cani e in situazioni di vita quotidiana. Un’occasione unica per scoprire il lato familiare di un grande artista come Alberto Sordi, entrato nel cuore di tutti e che, probabilmente, è stato ed è tuttora l’attore italiano più amato. La rassegna è costituita da immagini provenienti dagli album di famiglia del curatore e da Reporters Associati & Archivi di Alessandro Canestrelli, figlio del fotografo di scena di tanti film dell’attore.

La mostra è allestita nel foyer del “Gran teatro di MagicLand”, il parco divertimenti a Valmontone più grande del Centro Sud Italia guidato dall’amministratore delegato Guido Zucchi, diventato il “Gran Teatro Alberto Sordi”, il primo del Lazio dedicato al grande attore, in occasione del 20° anniversario della sua scomparsa per omaggiarne la carriera e le origini valmontonesi. Pietro Sordi, padre dell’Alberto nazionale, nacque e visse proprio a Valmontone. All’interno del teatro da 800 posti Igor Righetti ha inaugurato anche un piccolo monumento in travertino con un bassorilievo dorato raffigurante il vigile Otello Celletti, interpretato da Sordi nel 1960, disegnato dal maestro Giuseppe Raffa e realizzato da Aurart di Massimo Palombo, immagine simbolo dell'”Alberto Sordi Family Award”, riconoscimento internazionale ideato nel 2017 da Righetti che ha assegnato, tra gli altri, ai premi Oscar Colin Firth, Hellen Mirren e Robert Moresco, a Gina Lollobrigida, Mark Strong e Matt Dillon. All’inaugurazione della mostra e del teatro sono intervenuti, tra gli altri, gli attori Vincenzo Bocciarelli, Daniele Foresi e Luca Graziani, il rapper Luca Mezzosangue, l’attivista animalista Daniela Martani, l’organizzatrice di eventi Francesca Piggianelli l’astrologo Jupiter, il direttore della fotografia candidato al David di Donatello Gianni Mammolotti, il produttore cinetelevisivo Max Filippini, l’imprenditrice Mariastella Giorlandino, il fotografo delle celebrità Alessandro Canestrelli (figlio del fotografo di scena di tanti film di Alberto Sordi), Carlo Filippo Livignani e gli influencer Lorenzo Castelluccio, Valerio Fiore, Suami Lisciani, Flavio Salerno e Rafaela Dos Santos. Di grande suggestione la performance dell’illusionista Heldin dedicata ad Alberto Sordi. L’inaugurazione si è conclusa con il taglio della torta artistica a forma di libro con la copertina del volume “Alberto Sordi segreto” realizzata dal maestro pasticcere Enrico Maggi e le decorazioni floreali della flower designer Cristina Pizzuti. La mostra resterà aperta fino al 30 giugno.

Torna in alto