Gazzelle dietro le lenti: tra Eurovision, tour e amicizia con Fulminacci

Il mondo di Gazzelle si trasforma quando indossa un paio di occhiali scuri, rivelando un punto di vista unico. Flavio Bruno Pardini, noto come Gazzelle, con i suoi 43 anni, 24 dischi d’oro, 22 dischi di platino e oltre un miliardo di stream, vede la sua carriera attraverso una lente di successo.

Nonostante il successo, Gazzelle rivela che gli occhiali da sole sono irrinunciabili: “Toglietemi tutto tranne che quelli”. Con umorismo, scherza sulla possibilità di vincere l’Eurovision, affermando che sarebbe troppo impegnativo, soprattutto considerando tutto ciò che segue la vittoria. Accetta l’invito a partecipare, spinto dal desiderio di rompere la routine e di vivere un’esperienza diversa dalla consueta sequenza di fase creativa, disco e tour.

Il brano in gara, “Tutto qui“, scritto in collaborazione con Federico Nardelli, è un’opportunità per Gazzelle di cercare un cambiamento e godersi l’emozione del momento, consapevole che passerà rapidamente una volta sceso dal palco.

Nonostante il successo e l’esibizione all’Olimpico, Gazzelle continua a sognare e ambisce a esibirsi nei palasport, con il debutto fissato a Padova l’8 marzo. Riesce a mantenere un approccio umile, riconoscendo che il mondo reale è diverso dai numeri sui social media.

La sua amicizia con Filippo Fulminacci lo accompagna nella condivisione di “Notte prima degli esami” venerdì prossimo. Gazzelle spiega la scelta della canzone, definendola un inno trasversale, un omaggio a Venditti e un’espressione della loro identità artistica comune. Con serenità e entusiasmo, affronta nuove sfide, confermando che il suo mondo è sempre in evoluzione dietro quegli occhiali scuri che lo caratterizzano.

Torna in alto