Rolling Stones, ritrovate fotografie del 1971. Erano immagini dell’album “Sticky fingers”

I negativi del servizio promozionale del disco Sticky Fingers, dimenticati in una scatola nel vecchio studio londinese del fotografo David Montgomery, sono stati ritrovati grazie alle ricerche vintage dei galleristi francesi Dominique e Frederique Aubert

Dopo essere stati dimenticati per più di cinquant’anni in una scatola nello studio del fotografo David Montgomery, i negativi di un servizio fotografico dei Rolling Stones, scattati nel 1971 per promuovere l’album Sticky Fingers, hanno rivisto la luce. Come riportato da Rockol, nei mesi scorsi i galleristi francesi Dominique e Frederique Aubert, alla ricerca di foto vintage nella città di Londra, hanno contattato il fotografo americano, oggi ottantacinquenne, nel tentativo di rintracciare gli scatti dispersi della band di Mick Jagger e Keith Richards. La ricostruzione dei vaghi ricordi dell’artista ha infine svelato la scatola intatta e il foglio con il conto della seduta nel suo vecchio studio di Chelsea .

I RETROSCENA

Il progetto, pianificato con estrema rapidità, ha coinvolto Montgomery per la modica cifra di sessanta sterline. Dopo un’iniziale tensione con Mick Jagger, arrivato sul set con quattro ore di ritardo e schivo nei confronti della fotocamera, il fotografo ha riscostruito un clima di armonia ribadendo al frontman della band di “stare fermo e guardare verso l’obiettivo” per perseguire lo scopo promozionale, e non personale, del servizio fotografico. Terminata la seduta, la band ha celebrato il lavoro con un banchetto a base di fish and chips.





Torna in alto