Miley Cyrus e Pharrell Williams insieme per “Doctor”

Dopo il grande successo di “Flowers“, singolo più venduto del 2023, Miley Cyrus torna con “Doctor (Work It Out)“.

E lo fa con un amico speciale, Pharrell Willams. Di una loro collaborazione se ne parla da dieci anni, ma finalmente è arrivato il momento. La star ha pubblicato una anteprima di pochi secondi del nuovo singolo su Instagram che ha ottenuto più di un milione mezzo di visualizzazioni.

La collaborazione con Pharrell Williams

Pharrell William, cantante e produttore di fama mondiale, è sempre meno presente sulla scena musicale dopo che ha assunto la direzione creativa di Louis Vuitton. Tanto che il suo ultimo disco, “Girl”, rosale a dieci anni fa, ovvero al 2014. E il nuovo lavoro è continuamente rimandato. Così la Cyrus ha fatto un bel colpaccio convincendolo a occuparsi della produzione.

La somiglianza con i Maneskin

E se molti sui social hanno fatto notare la somiglianza tra “Doctor” e “I Wanna Be Your Slave” dei Maneskin, tra l’altro Miley è fan di Damiano David, in realtà il brano – funky pop – strizza l’occhio agli Anni 70. Non solo. “Doctor” è stata registrata da Miley per “Bangerz” già nel 2012 e la Cyrus e Pharrell hanno solo rinnovato il pezzo.

“Flowers” è il singolo più venduto del 2023

Ifpi, l’organizzazione che rappresenta l’industria discografica nel mondo, ha incoronato “Flowers” di Miley Cyrus come singolo più venduto del 2023, avendo conquistato l’Ifpi Global Single Award – che comprende le performance globali di tutti i formati digitali. Si tratta della prima volta nella top ten Ifpi per la cantante americana, che con la canzone pubblicata a gennaio 2023 ha raggiunto il primo posto in contemporanea in 29 mercati di tutto il mondo, ha terminato il 2023 in cima alle classifiche annuali di alcuni paesi tra cui Regno Unito, Francia e Australia e ha vinto due Grammy Awards. Flowers – insieme al suo messaggio di empowerment – è la definizione di un successo veramente globale. 

Due Grammy per Miley Cyrus

Secondo la Recording Academy la miglior registrazione dell’anno è quella del brano Flowers di Miley Cyrus. All’artista anche la miglior performance pop da solista “Grazie. Però non cambierà niente. La mia vita era favolosa anche ieri. Non pensiate che non sia importante, ma grazie, buona serata!”, ha tagliato corto la cantante scherzando con i produttori e tecnici del suono e mixer che si affollavano dietro di lei sul palco della Crypto.com Arena di Los Angeles.

Torna in alto