La Biennale di Venezia sbarca a Seoul

Sette film italiani della 77esima Mostra del Cinema di Venezia 2020 formano il programma della nona edizione di Venice in Seoul. La rassegna avrà luogo da oggial 10 febbraio 2021 alla Cinemathèque Seoul Art Cinema, organizzata dalla Biennale di Venezia in collaborazione con  l’Istituto Italiano di Cultura di Seoul. La prima edizione della rassegna Venice in Seoul si era inaugurata nel 2012 con Pietà di Kim Ki-duk, film che aveva appena conquistato il Leone d’oro a Venezia, alla presenza del regista, più volte protagonista al Lido (L’isola, Ferro 3 – La casa vuota, Il prigioniero coreano) e scomparso nel dicembre scorso. Alla nona edizione di Venice in Seoul partecipano, dal Concorso di Venezia 77, Padrenostro di Claudio Noce, per il quale Pierfrancesco Favino ha ottenuto la Coppa Volpi, e Le sorelle Macaluso di Emma Dante. Saranno inoltre presentati sia il film di apertura della Mostra, Lacci di Daniele Luchetti, sia il film di chiusura, Lasciami andare di Stefano Mordini, entrambi Fuori concorso al Lido, come anche Assandira di Salvatore Mereu e il documentario La verità su La dolce vita di Giuseppe Pedersoli. Sarà infine presentato il film acclamato come una delle rivelazioni del giovane cinema italiano, I predatori di Pietro Castellitto, Premio Orizzonti per la migliore sceneggiatura.

Torna in alto