Milano, Centenario Maria Callas: lunedì 4 dicembre il film “L’Isola di Medea” e il libro “Maria Callas. La Diva umana” si presentano al Cinema Mexico

Nel 2023 che celebra il centesimo anniversario della nascita di Maria Callas (2 dicembre 2023) approda a Milano lunedì 4 dicembre – ore 21, Cinema Mexico (via Savona 57) – il film “L’isola di Medea”, scritto e diretto da Sergio Naitza, prodotto da Karel con il festival Lagunamovies e inoltre con Erich Jost Productions, la FVG Film Commission e la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. Dedicato all’incontro speciale fra Pier Paolo Pasolini e Maria Callas sul set di “Medea”, nell’estate del 1969, “L’isola di Medea” indaga sulla tenera amicizia sbocciata fra i due grandi artisti, in una visione d’amore irraggiungibile, intrecciando le voci di Ninetto Davoli, che condivise con Pasolini momenti privati e artistici, di Nadia Stancioff, l’assistente personale di Maria Callas, dei Premi Oscar Dante Ferretti, (che proprio con “Medea” esordiva firmando la sua prima scenografia), Piero Tosi e Gabriella Pescucci (costumista e aiuto costumista del film), dell’atleta Giuseppe Gentile, all’epoca campione olimpionico di salto triplo, dell’attrice Piera Degli Esposti che debuttò con “Medea” nel ruolo di ancella, della scrittrice Dacia Maraini, che insieme a Pasolini, Moravia e Callas intraprese due lunghi viaggi in Africa. Dante Ferretti ricorda nitidamente che «il rapporto di Pier Paolo Pasolini e Maria Callas lasciava intuire una forte amicizia, sembravano due innamorati. Restavano spesso insieme anche la sera, dopo le riprese. “Medea” resta uno dei ricordi più belli della mia vita». E parlano anche lo storico del cinema Roberto Chiesi, direttore del Centro Studi-Archivio Pasolini presso la Cineteca di Bologna, il direttore di produzione di “Medea” Fernando Franchi, testimone di quel set, la giornalista Alessandra Zigaina, che ha ripreso i racconti di famiglia intorno all’atmosfera del set attraverso i ricordi del padre Giuseppe Zigaina, l’artista amico di Pier Paolo Pasolini. I frammenti delle lettere e poesie che il regista e la cantante si scambiarono, letti da voci off, diventano immagine viva grazie alle illustrazioni di Davide Toffolo, e segnano come capitoli il documentario, approfondendo i dettagli di uno scambio delicato e sincero. È sempre l’artista Davide Toffolo a firmare il manifesto del film, attraverso un’immagine iconica che raffigura Maria e Pier Paolo. Premio “Federico Fellini” al Tiburon Film Festival – California, Premio “Miglior Film” assegnato dalla Federazione dei Cineclub della Grecia al Chania Film Festival, evento speciale dell’Athens International Film Festival, trasmesso su Rai5 nella serata dedicata a Maria Callas, “L’isola di Medea” ha fotografia di Luca Melis, il montaggio di Davide Melis, le musiche originali di Marco Rocca.
Alla proiezione interverrà il regista Sergio Naitza, che alle 21 introdurrà il film dialogando con la giornalista e scrittrice Annarita Briganti, autrice del libro “Maria Callas. La diva umana”, in uscita questi giorni per Cairo editore, disponibile in sala per firmacopie. Maria Callas, pagina dopo pagina, viene amorevolmente raccontata dall’autrice che ne ricostruisce la vera vita. Parlano i testimoni, i pochi che l’hanno davvero vissuta, in un saggio che è al tempo stesso una biografia, un’inchiesta e un reportage, frutto di documenti inediti, studi, interviste e ricerche sul campo dell’autrice. Cercava una famiglia, voleva essere moglie e madre: in questo libro ci sono i suoi amori, il suo desiderio di maternità, c’è la sua umanità che la rendeva grande come artista, fino ad arrivare in Avenue Georges Mandel, dov’è morta nel 1977, e al Cimitero di Père-Lachaise a Parigi.

Exit mobile version