SKY RIORGANIZZA LA COMUNICAZIONE

Sky Italia riorganizza la direzione Communication & Public affairs e stringe un accordo pluriennale, cialis non esclusivo, per la distribuzione di titoli Warner in modalità pay per view.

sky-logoQuanto alla nuova struttura organizzativa della direzione Communication & Public Affairs, guidata dal giugno scorso dall’executive vice president Riccardo Pugnalin, si rafforza la Corporate Communication, che resta sotto la responsabilità di Gianluca Rumori, con una struttura basata a Milano affidata a Valerio Mancino, e una basata a Roma affidata a Silvia Mazzucco. La struttura, arricchita in questi giorni dall’arrivo di due nuove risorse e che conta su uno staff complessivo di una decina di persone, coordinerà tutte le attività di comunicazione verso i media in merito alle strategie aziendali, curerà le attività di comunicazione istituzionale e quelle legate all’innovazione tecnologica. La comunicazione di prodotto e l’organizzazione degli eventi verrà invece seguita dalla nuova struttura Editorial & Events Communication, affidata ad interim allo stesso Pugnalin. Si articolerà in quattro aree: Sport & Sky Sport 24 Communication, affidata a Ilenia Moracci; Tg24 Communication, sotto la responsabilità di Carmen Ruggeri; Programming Communication, che gestirà tutte le attività di comunicazione dei contenuti e dei programmi non sportivi e di cui presto verrà nominato un responsabile; infine Events, affidata a Marika Pisoni, manager che, dopo la sua esperienza all’interno della direzione Programming, si unisce al team di Communication & Public Affairs. Parte integrante della struttura Editorial & Events sono le attività di Magazine & Newsletter, affidate a Nicoletta Barci sotto il coordinamento giornalistico del direttore editoriale delle testate, che rimane a Flavio Natalia. Il quale, però, dopo aver guidato a lungo la comunicazione di prodotto dell’azienda, passa a Sky Tg24 dove assume, a diretto riporto del direttore Sarah Varetto, la responsabilità delle news dell’area spettacolo. Vista la crescente importanza dell’analisi strategica dei dati di audience per un editore multipiattaforma come Sky (basti pensare al valore comunicativo dei dati dello Smart panel e alle piccole e grandi polemiche con Auditel), confluisce all’interno della direzione Communication l’area di Audience Research & Insights guidata da Andrea Mezzasalma (prima riportava alla divisione Advertising). Sul fronte delle relazioni esterne e istituzionali, tutte le attività vengono raggruppate nella struttura Public Affairs, affidata ad interim ancora a Pugnalin, con l’obiettivo di tutelare e promuovere gli interessi aziendali nel complesso sistema del mondo istituzionale. La struttura è organizzata con le seguenti aree di responsabilità: Parliament & Local Government, che continua a essere affidata ad Alfredo Borgia, con l’aggiunta dell’area di Civil Affairs; Legislative Affairs, affidata a Marco Valentini, focalizzata sull’analisi dei progetti normativi che riguardano il business dell’azienda; e Authority & Government Technical Offices, coordinata da Stefano Ciullo. Viene inoltre creata la nuova funzione European Affairs, affidata a Stefano Ciullo. Sempre a diretto riporto di Pugnalin vengono create due funzioni di staff: Stefano Barbato assume la responsabilità sulle attività di studi e ricerche finalizzate a comprendere gli impatti economici rispetto agli scenari istituzionali; Roberto Benini ricopre la funzione di senior advisor per le relazioni esterne e istituzionali e i progetti di particolare significato strategico della direzione. A completare la raffica di novità organizzative, ecco l’intesa pluriennale di Sky con Warner (che è una delle major ad avere una esclusiva importante con i canali Mediaset): nei prossimi mesi, infatti, i clienti Sky potranno noleggiare, col servizio Primafila in pay per view, molti titoli Warner a poche settimane dall’uscita cinematografica, come ad esempio Batman vs Superman o Magic Mike XXL.

Italia Oggi

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,