Taylor Swift batte anche Elvis Presley: Number One nella classifica Billboard

Taylor Swift (nuovamente) da record. La popstar batte anche Elvis Presley e chiude l’anno collezionando l’ennesimo primato: la 34enne ha infatti conquistato il titolo, detenuto finora dal re del rock and roll, di cantante solista i cui album sono rimasti in testa per più settimane nella hit parade di Billboard. “1989 (Taylor Version)” è approdato al primo posto di Billboard alla fine del 2023 consentendo alla Swift di sfondare il ‘muro’ delle 67 settimane stabilito dal Elvis. Con il primo posto appena conquistato, la cantante si porta a quota 68 settimane passate in testa alla classifica nel corso della sua carriera dagli esordi ad oggi. A staccare la Swift di parecchie lunghezze per il primato assoluto restano comunque i Beatles: gli album del leggendario gruppo di Liverpool sono stati Number One per 132 settimane. Taylor detiene anche il record per il maggior numero di album che hanno debuttato al primo posto consecutivamente: in tutto 13, grazie alla decisione di ri-registrare rapidamente tutta la sua musica dopo che l’ex manager Scooter Braun ha acquistato la sua vecchia etichetta discografica, Big Machine Records, con conseguenti diritti d’autore sulle registrazioni originali.

Swift batte anche Streisand e va sulla cover di “Time”

In luglio, quando ha fatto uscire Speak Now (Taylor Version) la cantante ha rotto inoltre il primato di Barbra Streisand per la cantante donna con più album Number One della storia. I quattro album della Swift nella hit parade sono l’ultimo “Speak Now (Taylor’s Version)” che ha debuttato al primo posto aggiungendosi nella top 10 a “Midnights” (al quinto posto), “Lover” (settimo) e “Folklore” (decimo), un record che finora era stato stabilito solo dal trombettiere Herb Albert nel 1966. In dicembre, come se non bastasse, People ha incoronato la Swift “persona più interessante al mondo” poco prima che Time magazine le attribuisse la copertina della Persona dell’Anno.

Un tour “fenomeno planetario”

E se Taylor Swift può rallegrarsi dei risultati di vendita dei suoi album, quando si parla del suo tour “Eras”, che toccherà anche Milano nel luglio 2024, si entra davvero in una dimensione da stella planetaria. Ovunque vada il tour genera alberghi al completo, ristoranti pieni alle stelle, vendita record di biglietti, generando milioni e milioni di dollari per il Pil dello Stato. E delle ricadute economicamente positive si è accorta anche la Federal Reserve: “L’intero tour statunitense di Taylor Swift potrebbe generare una spesa totale di 4,6 miliardi di dollari, superiore al Pil di 35 Paesi”, ha calcolato il Common Sense Institute. Ogni concerto della popstar ha sempre registrato il tutto esaurito con scene di delirio come quelle che a Seattle hanno provocato un vero e proprio terremoto: subito ribattezzato Swift Quake, di intensità pari a 2.3 della scala Richter. 

Il film-concerto

Filmato nell’arco di tre serate al SoFi Stadium di Inglewood in California, il film concerto “The Eras-Tour”, mira a catturare in due ore e 48 minuti la magia della performance dal vivo raccontando la carriera di Taylor attraverso le sue “ere”, dal debutto nel 2006 fino a oggi.  Secondo quanto riportato dal New York Times si stima abbia incassato tra 95 e 97 milioni di dollari nel corso del primo fine settimana della sua uscita solo Nord America e a livello globale tra i 126 e i 130 milioni di dollari. “L’obiettivo è di dare agli spettatori l’esperienza del miglior posto nell’arena”, ha spiegato John Ross, che ha curato la parte sonora e scenografica dell’ultimo exploit della cantante 12 volte premio Grammy che quest’anno non ha fatto altro che collezionare record. 

Record di streaming al mese

Taylor Swift è la prima artista donna da un milione di ascolti streaming al mese. “Comportamento da regina”, ha scritto Spotify sui profili social. Un primato che avvicina la 33enne a quello di The Weeknd, attuale Number One con 110 milioni di ascolti mensili e che a sua volta ha superato a febbraio la soglia dei cento milioni di ascoltatori. Nel corso del 2023 la cantante ha raggiunto lo status di miliardaria, ed è così diventata l’artista più ascoltata su Spotify con oltre 26,1 miliardi di stream, oltre ad aver 44 canzoni nella classifica Hot100 di Billboard. “Sembra che il momento decisivo della mia carriera avvenga a 33 anni”, ha detto la popstar (che ha compiuto 34 anni il 13 dicembre) alla rivista Time all’inizio di questo mese, parlando del suo successo. “E per la prima volta nella mia vita, ero abbastanza forte mentalmente da accettare ciò che ne derivava.” Ha continuato: “Questo è il momento più orgoglioso e felice che abbia mai provato, e il momento più creativo e libero che abbia mai visto.” 

Anno brillante anche in amore

Il 2023, oltre a vedere il successo del tour globale The Eras e del film-concerto che ha portato nelle sale l’emozione della tournée, ha visto anche lo sbocciare della nuova love story con il giocatore di football Travis Kelse. La coppia è stata fotografata ieri a Kansas City in un bacio appassionato allo scoccare della mezzanotte dopo che lei aveva applaudito dagli spalti l’ennesima vittoria di lui con la squadra dei Chiefs. Taylor riprenderà il tour a febbraio e dovrà fare i salti mortali per raggiungere il boyfriend da Tokyo in febbraio se i Chief arriveranno in finale al Super Bowl l’11 febbraio a Las Vegas. 

Un record anche nella vendita di vinili

Un altro inaspettato primato raggiunto in questo scoppiettante 2023 per Taylor Swift è stato quello della vendita di vinili che pare abbiano rappresentato circa il 10% del venduto Usa nella settimana di Natale. Nei sette giorni che hanno preceduto le festività, infatti, ne sarebbero stati venduti oltre 2 milioni. E le vendite dei vinili della popstar hanno raggiunto quota 194 mila unità vendute. 

Torna in alto