Sergio Castellitto in “Non ti pago”: tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo

Ferdinando Quagliuolo ha ereditato da suo padre Saverio un banco lotto, ma sogna di sbancarlo con una vincita straordinaria. Per questo motivo passa intere nottate sui tetti, affiancato dal fido Aglietiello, cercando di svelare gli arcani che si celano nella composizione e nella combinazione fumogena delle nuvole, nella speranza di ricevere i numeri giusti da giocare. E’ la storia che – nell’ambito della Collection De FilippoEdoardo De Angelis racconta nel film prodotto da Picomedia in collaborazione con Rai Fiction “Non ti pago”, tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo”, in onda martedì 2 gennaio alle 21.30 su Rai 1. Il film è interpretato da Sergio Castellitto, Maria Pia Calzone, Pina Turco, Giovanni Ludeno, Gianluca Di Gennaro, Angela Fontana, Giovanni Esposito, Antonella Morea, Carmen Pommella, Biancamaria D’amato e con Maurizio Casagrande, con la partecipazione straordinaria di Antonio Casagrande.


Finalmente il giorno della vincita arriva, ma a beneficiarne è Mario Bertolini, il suo giovane e già fortunatissimo impiegato, segretamente fidanzato con sua figlia Stella. A dargli i numeri vincenti è stato proprio Don Saverio che gli è comparso in sogno chiamandolo “Piccerì”. Ferdinando è roso dall’invidia e, quando il giovane gli consegna il biglietto per fargli vedere che non sta mentendo, se ne impossessa perchè quel biglietto è suo di diritto: il padre, infatti, ha dato in sogno i numeri vincenti a Bertolini, è vero, ma solo perché questi abita nella vecchia casa di Quagliuolo. Il povero don Saverio, non sapendo del trasloco del figlio, era convinto di trovare nella camera da letto proprio lui, Ferdinando. Tant’è vero che lo ha chiamato: “Piccerì”.


La Collection De Filippo è un ambizioso progetto di trasposizione filmica dei capolavori teatrali di Eduardo De Filippo, grande protagonista del Teatro italiano e internazionale. Le commedie di Eduardo fondono in un meccanismo perfetto la comicità̀ con l’inquietudine, il ritmo dell’azione con la riflessione. Sotto un’apparente leggerezza sono, in realtà̀, specchio amaro e ironico della nostra società̀ e dunque assolutamente attuali. Su questo fil rouge della contemporaneità si è iniziato a lavorare attraverso la trilogia di Eduardo De Angelis interpretata da Sergio Castellitto in “Natale in casa Cupiello, “Sabato, domenica e lunedì” e “Non ti pago” e come un unico discorso che racconta lo sfaldarsi dei legami tradizionali e la loro sempre più faticosa ricomposizione all’irrompere delle mutazioni sociali ed economiche che attraversano la società italiana a partire dal dopo guerra.

Torna in alto