Con Gazzè, Måneskin e Michielin una musica può fare ballare tutta piazza San Marco

Sabato sera super concerto a Venezia per il centenario di Aperol, sul palco per due brani anche Carl Brave. Uno speciale su Sky, condotto da Cattelan, racconterà l’evento

Una festa ben riuscita è quella in cui tutti si divertono. Che è quello che successo ieri sera in piazza San Marco a Venezia, sul palco e sotto. A divertire (e divertirsi) i circa 6 mila spettatori ci hanno pensato Max Gazzè, Francesca Michielin e i Måneskin– più il featuring di Carl Brave in due brani – che hanno dato vita a un concerto unico e, probabilmente irripetibile (ma chi lo sa?) nel quale ciascuno è stato ospite delle altrui canzoni. L’occasione è stata la celebrazione dei 100 anni di Aperol che, per festeggiare ha fatto davvero le cose in grande. E, visto la qualità del risultato ottenuto su quel palco, le ha fatte bene.Tutto infatti ha funzionato alla grande, l’alchimia tra Max, che ha fatto da direttore musicale dell’evento – e i suoi più giovani colleghi è stata evidente fin dalle prime note quando, in apertura di concerto, lui e i Måneskin hanno accompagnato Francesca in Nessun grado di separazione. Insomma, fin dall’inizio si è capito che non sarebbe stata una serata come le altre. E così è stato fino al gran finale, con il supergruppo di nuovo riunito per scatenarsi su Una musica può fare, trascinando il pubblico in un ultimo festante ballo. In mezzo tante canzoni da cantare a squarciagola (guardate la scaletta che pubblichiamo più giù), con le hit che tutti conoscono, che pescando da un repertorio più vasto (vedi Gazzè), chi più ridotto – ma qui entra in gioco il mero dato anagrafico.L’intesa tra gli artisti, dicevamo, è stata totale in una sorta di uno per tutti tutti per uno, ciascuno a disposizione dell’altro. E, se per Francesca e Damiano, non può che essere stato un onore e una discreta goduria duettare con Gazzè sulle sue canzoni, molto bello è stato vedere come Max si sia lasciato andare nel cantare i successi della cantautrice veneta e della band romana. I tre giorni di prove che ci sono stati a Roma si sono fatti vedere (e sentire).Ad introdurli, di bianco vestito, Alessandro Cattelan che sarà anche il narratore dello speciale che Sky ha realizzato dell’evento. Un condensato di cinquanta minuti che andrà in onda venerdì 26 luglio su Sky Uno, alle 21,15 e in replica la stessa sera, alle 23,30 su Tv8. Non sarà evidentemente come essere stata in piazza San Marco, ma un occhiata vale la pena darla. Per capire cosa è stata questa bella serata di musica e, perché no, sperare che questo insolito super gruppo (composto anche dai musicisti di Gazzè e Michielin) non possa replicare l’esperienza in altre città e date. Ragazzi, la prima è stata buona.

Roberto Pavanello, lastampa.it

Tag:, , , , , , ,