Barolo, ecco il programma di Collisioni: arte, musica, letteratura e concerti

Il programma è straordinario, come sempre. Anche quest’anno – dal 14 al 27 luglio – a Barolo edizione numero 9 di “Collisioni”, festival agri-rock di letteratura e musica più atteso oggi in Italia.

Per tredici giorni, «la mecca del vino italiano, nel magnifico paesaggio delle Langhe piemontesi, patrimonio Unesco», si trasformerà in palcoscenico naturale per ospitare nelle sue piazze musica, incontri, dialoghi con premi Nobel per la letteratura, star della musica italiana e internazionale, attori di fama mondiale. Il tutto in un’atmosfera informale di confronto e crossover tra le arti, che vede protagonisti scrittori, registi ma anche musicisti e attori che normalmente siamo abituati ad ascoltare allo stadio e vedere al cinema e che a Barolo prenderanno la parola in veste di narratori.

Sabato 15 e domenica 16 luglio, partenza coi fiocchi: il Premio Nobel cinese Gao Xingjian, autore di capolavori come La montagna dell’anima e L’altra riva; il presidente del Senato, Pietro Grasso, che ha accettato di partecipare al Festival per presentare il suo libro Storie di sangue, amici e fantasmi. Ricordi di mafia, edito da Feltrinelli, in cui, in occasione dei venticinque anni dagli attentati ai giudici Falcone e Borsellino.

E ancora: il leggendario Matt Dillon, protagonista di pietre miliari del cinema come I Ragazzi della 56 Strada e Rusty il Selvaggio; Elisa, la pop star italiana che ha all’attivo un disco di diamante, 38 dischi di platino, 7 dischi d’oro e festeggia quest’anno i 20 anni della sua straordinaria carriera musicale; Dave Eggers, il celebre scrittore statunitense, autore di L’opera struggente di un formidabile genio, che dialogherà con la moglie scrittrice Vendela Vida; Giorgia, una delle più amate artiste italiane, con oltre vent’anni di carriera e più di 7 milioni di dischi venduti, ha all’attivo 3 dischi di diamante e 31 platino, e vanta collaborazioni con importanti artisti italiani e internazionali; Alberto Angela, che presenterà il libro Gli occhi della Gioconda in una lezione aperta al pubblico; Joyce Carol Oates, una delle più grandi scrittrici americane, più volte finalista del Premio Pulitzer, autrice di numerosi romanzi e raccolte di racconti; Ale e Franz, per un incontro dinamico divertente con il pubblico; Luca Argentero, tra gli attori italiani più amati, che racconterà il suo impegno con 1 Caffè, la Onlus di riferimento di questa edizione di Collisioni, di cui è fondatore; Red Canzian, il bassista e cantante dei Pooh, che racconterà al pubblico emozioni della sua storia con una delle band più amate in Italia e del suo futuro come musicista solista; Lorella Cuccarini, la famosa conduttrice, ballerina, attrice e cantante che si racconterà per ripercorrere i momenti più emozionanti della sua straordinaria carriera; Pippo Baudo, il padre della televisione italiana, in dialogo con il pubblico; Nino Frassica, uno dei volti più noti della tv in Italia, attore e comico esilarante; Raphael Gualazzi, il cantautore e pianista, che intratterrà il pubblico con aneddoti e racconti della sua esperienza musicale; lo scrittore americano Jeffrey Eugenides, autore di best seller come Le Vergini Suicide e Middlesex, vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa 2003; Antonino Cannavacciuolo, che presenterà il suo libro Mettici il cuore, in cui racconta le sue ricette preferite a partire dai legami che abbiamo con la tradizione, la famiglia, l’infanzia; e Jonathan Coe, il famoso scrittore inglese autore di La famiglia Winshaw, La banda dei brocchi e Circolo chiuso; Paola Turci, la sensibile e talentuosa cantautrice che ritorna al successo con il brano Fatti bella per te presentato al Festival di Sanremo; Vittorio Sgarbi, che terrà una lectio illustrata per parlare di uno dei secoli più affascinanti dell’arte, il Seicento, a partire dal suo libro, Dall’ombra alla luce, da Caravaggio a Tiepolo; Mannarino, uno tra i cantautori più apprezzati e seguiti della scena musicale italiana, certamente un artista “fuori dal comune”, che parlerà di sound internazionali, identità e frontiera, i temi del suo nuovo progetto live e discografico Apriti cielo; Stefano Bartezzaghi, con il suo monologo, Le Quattro Parole del Mago Silente, un susseguirsi di giochi di parole di cui l’autore descrive i magheggi, la frivolezza, la poesia, lo stupore, ma anche l’innegabile stupidità; Veronica Pivetti, attrice, doppiatrice e conduttrice televisiva e radiofonica, che presenterà a Collisioni il suo ultimo libro, Mai all’altezza; Luca Barbareschi, che presenterà il suo nuovo libro Cercando Segnali d’amore nell’universo; Aldo Cazzullo, che presenterà il suo ultimo libro L’intervista. I 70 italiani che resteranno.

E ancora: Max Giusti, il famoso attore, imitatore, conduttore televisivo; lo sceneggiatore, regista e produttore Paolo Virzì, tra i più importanti narratori del cinema italiano dell’ultima generazione, considerato il maggiore erede ed innovatore della tradizionale commedia italiana per la prima volta a Collisioni; Mauro Corona che torna a gran richiesta a Collisioni per un dialogo con il pubblico a partire dal suo libro La via del sole; Tommaso Paradiso frontman dei Thegiornalisti, il fenomeno del nuovo pop italiano per la prima volta a Collisioni per raccontare un anno di successi e di riconoscimenti; Levante, la cantante pop italiana che presenterà il suo primo romanzo Se non ti vedo non esisti, alla quarta ristampa nelle prime due settimane dall’uscita; Fabrizio Moro, il cantautore italiano, con oltre 265.000 dischi venduti, vincitore di cinque dischi di platino e due dischi d’oro; Elodie, la nuova star nata dalla quindicesima edizione del talent show Amici; Francesco Facchinetti, il dj, cantante, conduttore televisivo, produttore discografico, che incontrerà il pubblico per indagare il rapporto tra i social network e le opportunità di lavoro per i giovani; Michele Bravi, reduce dai sold out delle due anteprime live dell’ Anime di Carta Tour, seguitissimo sul web tanto da aver collezionato oltre 31milioni di visualizzazioni su Youtube; Marco Travaglio, per un dialogo aperto con il pubblico; Roberto Vecchioni, che torna quest’anno per un reading in musica ispirato al cofanetto contenente il cd Canzoni per i figli, in abbinamento all’ultimo libro La vita che si ama. Storie di felicità; Federico Zampaglione, frontman dei Tiromancino, che presenterà a Collisioni con il suo co-autore Giacomo Gensini il libro Dove tutto è a metà.

Ma non è finita. L’elenco sterminato prosegue con Enrico Ruggeri che presenterà il suo libro Un Prezzo da Pagare e il trio Silvestri/Consoli/Gazzè che, a cavallo delle due date uniche previste esclusivamente per Collisioni, incontreranno i fan e racconteranno la loro collaborazione artistica. Tra le esibizioni live, invece, è previsto uno show case che vedrà protagonisti gli artisti Ed Menichella, Yolomitas, Previusley e Seawards.

In attesa del decennale, il Festival Collisioni si porta avanti coi lavori. Con cinque grandi concerti con super star del panorama musicale mondiale, come Robbie Williams il 17 luglio e Placebo il 16 luglio e l’extra data del 27 luglio con The Offspring, ma anche grandi nomi della musica italiana come Renato Zero il 18 luglio, e il trio Silvestri/Consoli/Gazzè, che hanno straordinariamente confermato una doppia data venerdì 14 e sabato 15 luglio per un concerto che sarà un unicum in tutta Italia.

Collisioni si conferma quindi come il festival attualmente più importante del Piemonte ed è considerato da gran parte della critica come il miglior festival in Italia per la sua formula innovativa e la capacità di parlare a un pubblico trasversale, proponendo un’offerta variegata di musica, letteratura, cinema, alta enogastronomia e intrattenimento per famiglie. Collisioni nel 2012 è stato scelto da Bob Dylan come unica tappa italiana per celebrare i 50 anni della sua celebre canzone Blowin’ in the wind.

Ma per comprendere l’anima di un festival agrirock come Collisioni e capire l’atmosfera unica che si respirerà a Barolo in quei giorni non bastano la ricchezza e la qualità del programma culturale e musicale. Altro grande protagonista della kermesse, nel paese simbolo della cultura enologica italiana, sarà ovviamente il vino, non solo il Barolo, ma anche i grandi vini d’eccellenza ospiti del festival provenienti da tutte le regioni italiane, che il pubblico potrà apprezzare nelle degustazioni e sul nuovo palco wine and food del Castello di Barolo. E soprattutto i tanti stand regionali dedicati alle grandi eccellenze della cucina italiana, che renderanno le passeggiate a Barolo nei giorni di Collisioni una continua scoperta, alla ricerca di sapori e tradizioni millenarie.

Il Secolo XIX

Tag:, , , , , , , ,