Respinto il ricorso del Codacons, Chiara Ferragni sarà ospite a ‘Che Tempo Che Fa’

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha respinto il ricorso presentato dal Codacons contro la partecipazione di Chiara Ferragni a “Che tempo che fa” su Nove TV, nella puntata del 3 marzo. La decisione è stata resa nota dall’associazione dei consumatori stessa, che aveva presentato il ricorso d’urgenza chiedendo che l’intervento dell’influencer fosse condotto in modo imparziale e che evitasse di trasformarsi in una difesa unilaterale riguardo allo scandalo del “pandoro-gate”.

Il Tar del Lazio, con un decreto monocratico emesso oggi e firmato dal presidente della IV sezione, Roberto Politi, ha dichiarato di non poter intervenire in assenza di una violazione già accaduta, poiché il pregiudizio ipotizzato era basato su condotte future non prevedibili. Il Tribunale ha escluso la possibilità di stabilire regole di condotta televisiva in questa fase cautelare.

Tuttavia, il Tar del Lazio ha rivolto un monito all’Agcom e al conduttore Fabio Fazio, suggerendo che comportamenti contrari alle regole dell’informazione televisiva potrebbero essere valutati dall’Autorità competente per l’adozione di provvedimenti sanzionatori.

Il Codacons ha espresso preoccupazione riguardo alla possibile mancanza di contraddittorio durante la partecipazione di Chiara Ferragni a “Che tempo che fa”, temendo che l’influencer possa esprimersi senza opposizione e minimizzare le accuse di scorrettezza nei confronti delle sue società riguardanti il “pandoro Balocco”, le uova di Pasqua e la bambola Trudi, come già accaduto in un’intervista precedente sul Corriere della Sera. L’associazione ha dichiarato di monitorare l’evento del 3 marzo e ha annunciato che, in caso di scorrettezze, il Tar potrebbe intervenire per valutare eventuali sanzioni se l’Agcom non adottasse provvedimenti.

Torna in alto