Addio a Marc Wilmore, lo sceneggiatore dei «Simpson» morto per Covid a 57 anni

Si spegne all’età di 57 anni Marc Wilmore, lo sceneggiatore dei «Simpson» vincitore dell’Emmy

Gentile, talentuoso, affabile, brillante. Sono questi gli aggettivi che campeggiano sui social e accompagnano l’ultimo viaggio di Marc Wilmore, lo sceneggiatore dei Simpson morto a 57 anni per complicazioni legate al Covid-19. A darne la notizia è il fratello e collega, showrunner anche lui, Larry Wilmore, che su Twitter ha spiegato che il quadro clinico di Marc fosse complicato ancora prima di venire a contatto con il virus: «Mio fratello era il più gentile e il più divertente angelo che abbia mai conosciuto» scrive prima che migliaia di utenti si uniscano al suo cordoglio.

Marc Wilmore, che ha lavorato anche in progetti come In Living ColorThe PJs e F Is For Familyè entrato a far parte dello staff di sceneggiatori dei Simpsons a partire dalla tredicesima stagione per poi ricevere il primo credito per il segmento Send in the Clones in Treehouse of Horror XIII e l’Emmy nel 2008 per l’episodio Eternal Moonshine of the Simpson Mind, parodia del celebre film scritto da Charlie Kaufman e diretto da Michel Gondry nel 2004.

Il collega sceneggiatore dei Simpson Michael Price scrive: «Un altro talento gigante ci ha lasciato troppo presto. Ho avuto il privilegio di lavorare al fianco di Marc Wilmore in 3 show (PJs, SimpsonsFIFF) per la maggior parte degli ultimi 23 anni e posso dire che era la persona più divertente del team. Era un uomo meraviglioso e insostituibile». A intervenire è, poi, anche il produttore di F Is For Family Henry Gammill, che aggiunge: «Marc era il mio preferito, mi aggrappavo a ogni sua parola. Era empatico oltre ogni misura. Caloroso, genuino, straordinariamente divertente: quello era Marc».

Vanityfair.it

Tag:animazione, cartoon, coronavirus, covid, Emmy, Marc Wilmore, sceneggiatore, show, simpson, the simpson

Exit mobile version