DA «SILENCE» AL NUOVO «BLADE RUNNER»: I 10 FILM PIÙ ATTESI DEL 2017

ScorseseMentre addetti ai lavori e appassionati compilano le loro classifiche sui migliori film del 2016, ecco una panoramica delle dieci pellicole della nuova stagione da segnare sull’agenda di ogni cinefilo che si rispetti:
Silence di Martin Scorsese (12 gennaio) – Uno dei film più attesi dell’anno esce già nelle prime settimane di gennaio: «Silence» narra di un gesuita portoghese che nel 1638 parte alla volta del Giappone per indagare sul presunto abbandono formale della religione da parte del suo mentore Ferreira. Ricchissimo il cast – da Andrew Garfield a Liam Neeson, passando per Adam Driver e il regista giapponese Shin’ya Tsukamoto – e un direttore d’orchestra come Martin Scorsese che continua a essere uno degli autori più importanti del cinema mondiale.
La La Land di Damien Chazelle (26 gennaio) – Il film d’apertura della scorsa Mostra di Venezia e uno dei film più amati dell’intero festival è il notevolissimo musical firmato dal regista di «Whiplash». Grandi coreografie e una storia d’amore toccante per uno dei titoli da non perdere d’inizio 2017. La coppia di attori Ryan Gosling-Emma Stone, inoltre, è in stato di grazia.
The Other Side of Hope di Aki Kaurismaki (febbraio) – Sarà uno dei film più attesi del prossimo Festival di Berlino, in programma a febbraio, il nuovo lavoro del finlandese Aki Kaurismaki, regista di film del calibro di «Nuvole in viaggio» e «Miracolo a Le Havre». Si tratta di un racconto poetico e stralunato che vede incrociarsi le strade di un rifugiato siriano e di un venditore con l’hobby del gioco d’azzardo, che vince al casinò e decide di aprire un ristorante. Da non perdere.
Jackie di Pablo Larraín (14 febbraio) – Dopo «Neruda», Larraín firma un altro biopic intenso e anticonvenzionale con protagonista una grande Natalie Portman nei panni di Jackie Kennedy. Ricco di sequenze che toccano corde emotive profondissime, è stato uno dei film più amati dell’ultima Mostra di Venezia e potrebbe essere tra i candidati ai premi Oscar.
Moonlight di Barry Jenkins (2 marzo) – Per la critica americana è la vera sorpresa dell’anno: «Moonlight» racconta la vita di un ragazzo di colore divisa in tre capitoli, che corrispondono a tre diversi momenti della sua esistenza (infanzia, adolescenza ed età adulta). Già vincitore di diversi premi, il film – che è stato presentato come titolo d’apertura dell’ultima Festa del Cinema di Roma – è tra i favoriti ai prossimi premi Oscar e potrebbe vedersela con «La La Land» per la vittoria della statuetta più prestigiosa.
La tartaruga rossa di Michael Dudok de Wit (30 marzo) – Un film d’animazione magico e fuori dal tempo, al quale ha collaborato anche lo Studio Ghibli. Protagonista è un uomo che, dopo un naufragio su un’isola tropicale, è costretto a lottare per sopravvivere, quando sulla sua strada fa irruzione una tartaruga rossa gigante. Perfetto per tutta la famiglia, un prodotto poetico e dal grande spessore visivo, presentato al Festival di Cannes 2016.
Alien: Covenant di Ridley Scott (maggio) – Una nuova tappa nella saga di «Alien» per Ridley Scott. Covenant è il nome dell’astronave e della missione spaziale che scopre un pianeta apparentemente incontaminato e idilliaco. Il solo abitante è il sintetico David (Michael Fassbender), unico superstite della spedizione di «Prometheus», di cui quest’ultimo film è un sequel. Le prime immagini ricordano le atmosfere del capostipite del 1979 e l’attesa non può che essere altissima.
Happy End di Michael Haneke (maggio) – Quando si muove, Michael Haneke fa sempre notizia: il regista che ha già vinto due volte la Palma d’oro a Cannes, è papabile per entrare in concorso anche al prossimo Festival francese con «Happy End». L’autore austriaco mette in scena la storia di una famiglia dell’alta borghesia francese che ha sempre vissuto in una bolla, lontana da contesti sociali come quelli attuali dell’immigrazione che mettono l’Europa in stato di crisi. Il patriarca e la figlia che ha rilevato gli affari di famiglia sono interpretati da Jean-Louis Trintignant e Isabelle Huppert. Indubbiamente tra i titoli più attesi del 2017.
The Death and Life of John F. Donovan di Xavier Dolan (autunno?) – Non ha ancora una data ufficiale, ma potrebbe uscire in autunno, il nuovo lavoro di Xavier Dolan, talento canadese classe 1989 che ha già stupito tutti con i suoi lungometraggi precedenti. Il nuovo film del regista di «Mommy» parlerà del mondo dello spettacolo e di una star che potrebbe veder fallire la sua carriera. Nel cast Kit Harington, Jessica Chastain e la cantante Adele.
Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve (ottobre) – Si parla molto del sequel di «Blade Runner», cult di Ridley Scott del 1982, e finalmente nell’ottobre del 2017 potremo ammirarlo sui nostri schermi. Alla regia il canadese Denis Villeneuve che, dopo «Sicario» e «Arrival», si prepara alla sfida più ardua della sua carriera. Tra gli attori tornerà Harrison Ford e accanto a lui ci sarà il sempre più lanciato Ryan Gosling. Attesa alle stelle.

di Andrea Chimento, Il Sole 24 Ore

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,