«Harry Quebert» diventa una serie tv con Dempsey, diretta da Annaud

In lavorazione l’adattamento televisivo del romanzo dello scrittore svizzero Joël Dicker

«Harry Quebert sta realizzando i miei sogni. Hollywood, eccoci con una serie in dieci episodi!». Lo scrittore svizzero Joël Dicker (Ginevra, 1985) ha annunciato così su Twitter l’arrivo dell’adattamento tv del suo romanzo bestseller in Europa La verità sul caso Harry Quebert (Bompiani, 2012). Una miniserie evento prodotta da Mgm Television, Eagle Picture e Barbary Films per il canale americano Epix. A interpretare il personaggio del titolo, un celebre scrittore indagato per l’omicidio di una ragazza, sarà Patrick Dempsey che torna in tv, dopo due anni dall’addio a Grey’s Anatomy.

Nel cast anche Ben Schnetzer, Damon Wayans Jr. e Virginia Madsen. I dieci episodi della serie, come anticipato da «Deadline», saranno diretti dal regista premio Oscar Jean-Jacques Annaud. Le riprese del giallo, ambientato nello New Hampshire, avverranno in Canada. Di Joël Dicker sono usciti in Italia anche Gli ultimi giorni dei nostri padri (Bompiani, 2015) e Il libro dei Baltimore (La nave di Teseo, 2016), «quasi» sequel dove torna il coprotagonista Marcus Goldman, allievo di Harry Quebert.

Cecilia Bressanelli, Corriere della Sera

Tag:, , , ,