Il successo agli Emmy fortifica Hulu

Hulu sugli scudi in queste settimane. La joint venture a quattro – Disney, Fox, Comcast e Time Warner ha velocemnte gestito un cambio al vertice per sostiturie il ceo Mike Hopkins andato a guidare Sony Pictures Tv. Al suo posto è arrivato in pochi giorni Randy Freer, ceo di Fox Network Group. La streaming tv, parte gratuita e parte a pagamento, conta su 12 milioni di abbonati paganti e 47 milioni di utenti mensili, Ha appena incassato un prestigioso Emmy Award, gli Oscar della tv, per la sua serie tv The Handmaid’s Tale che è sbarcata nei giorni scorsi in Italia su Tim Vision, la streaming tv di Telecom Italia. E proprio questo successo può essere il segnale della volontà di cambiare passo. Quest’anno Hulu (che investirà in contenuti 2,5 miliardi di dollari. È il doppio di quanto spende Apple Tv ma meno della metà dei 6 miliardi investiti da Netflix. Tanto basta però per metere Hulu in testa alla lista dei maggiori concorrenti della stessa Netflix e di Amazon, a capo di un drappello di streaming tv. Inoltre Hulu ha appena lanciato una nuova offerta: un pacchetto premium da 40 dollari al mese che ha buone chance di far concorrenza alle costose offerte delle pay tv Usa.

Repubblica.it

Tag:, , , , , , , , , ,