Nancy Brilli si schiera con Brizzi: “Dalle molestie ci si difende…”

Bufera su di Fausto Brizzi, ma c’è anche chi prova a difenderlo. “Con me, si è comportato da gentiluomo”

Il regista italiano Fausto Brizzi è sotto accusa. Sono una decina le attrici che l’hanno accusato di molestie. Ma nella bufera che si è abbattuta su di lui c’è anche chi prova a difenderlo. “Con me, si è comportato da gentiluomo e, sui set, c’erano colleghe giovani e belle e non ho mai sentito un pettegolezzo”, ha raccontato Nancy Brilli al Corriere della Sera. Secondo l’attrice, Fausto sarebbe sensibile al fascino femminile, ma lo sarebbe “in modo garbato”. A Brilli, che con Brizzi ha fatto tre film -Ex, Maschi contro femmine e Femmine contro maschi – non sono piaciute le denunce televisive: “Le denunce si fanno in Procura, circostanziate. E si è colpevoli quando è scritto in una sentenza”. Inoltre, secondo l’attrice è troppo facile accusare a volto coperto, rischiando di distruggere persone e famiglie “senza portare le prove”. E per quanto riguarda in particolare la dinamica delle molestie denunciate afferma: “Avance, molestie e stupro sono tre cose diverse. Oggi si sta mettendo tutto insieme”. Brilli sembra essere un po’ sulla linea di Monica Bellucci su questo argomento, facendo intendere che in certe situazioni basta sapersi difendere bene, prendere la borsa e uscire dalla porta. Anche a lei sono capitate situazione spiacevoli. Per esempio le è successo che un produttore le mettesse una mano sulla coscia: “Ho finto un malore e ho preso la porta. Altre volte davanti ad avance verbali, ho risposto sarcastica ed è finita lì”. E per quanto il racconto delle tre attrici che hanno accusato il regista romano di fare provini a casa, con lui che chiede scene di baci e di sesso e si spoglia nudo, Brilly dice “provare a scambiare lavoro per sesso è abuso di potere ed è inaccettabile”, certo. Ma bisogna anche saper “cogliere per tempo” una situazione, aggiunge. C’è poi una sua collega, Giorgia Ferrero, che ha avuto uno scambio di sms con un regista napoletano non identificato. Lui le offriva un ruolo e la invitava per un weekend, chiedendole le sue misure e di mandargli delle foto. Lei a quel punto gli ha mandato la foto del seno ma non quella del sedere. “Non si può stare in una conversazione simile con uno con cui vuoi lavorare. Lui ci sta provando, ma tu stai flirtando”. Il regista intanto ha già fatto sapere di “non aver mai avuto rapporti non consenzienti”. Oltre alla Brilli sono dalla sua parte Cristiana Capotondi e Lodovica Comello. Sempre al Corriere, Chiara Franchini ha dichiarato di essere “dalla parte delle donne”: “Ma Fausto, davanti ai miei occhi, sul set e fuori, è stato irreprensibile”.

Il Giornale

Tag:, , , , , , ,