Preacher, intervista all’attrice Julie Ann Emery

Mauxa ha intervistato l’attrice Julie Ann Emery, nel cast della serie televisiva “Preacher”.

Abbiamo intervistato in esclusiva l’attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva “Preacher”.

D: La seconda stagione di “Preacher” ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Video. Le nuove puntate segnano una svolta per il racconto?

R: La prima stagione è stato un prequel della serie a fumetti mentre la seconda stagione riprende proprio all’inizio di essa. Ciò che caratterizza questa stagione è un livello più elevato di dinamismo e azione, inoltre ci sono alcuni dei personaggi iconici dei fumetti come Herr Starr, Featherstone e Hoover.

D: Qual è la funzione del tuo personaggio, Lara Featherstone?

R: Lei è completamente dedicata al Graal e alla missione di riportare il mondo a seguire un leader religioso. Non c’è nulla che non utilizza per questo scopo, inclusa la sua sessualità.

D: Hal letto la serie a fumetti creata dallo scrittore Garth Ennis e dal disegnatore Steve Dillon su cui si basa la serie televisiva?

R: Attualmente sono a metà e mi piace tantissimo. È piena di personaggi e racconti che si susseguono. Io sono cresciuta tra libri fantasy, di fantascienza, persino alcuni post apocalittici, ma non tra i fumetti. La serie di “Preacher” è un ottimo ponte tra questi tipi di romanzi e il mondo dei fumetti.

D: Nel corso della tua carriera hai partecipato a molte serie televisive di successo, qual è l’esperienza professionale che reputi più importante?

R: In una carriera nel mondo dello spettacolo non credo ci sia una grande occasione, piuttosto credo che durante questa carriera ci siano numerose occasioni che si presentano di volta in volta. I miei recenti impegni nella prima stagione di “Fargo” e in “Better Call Saul” hanno senza dubbio una grande importanza per la mia carriera, allo stesso modo lo è “Preacher”. Spero di restare costantemente sorpresa dei progetti e dei ruoli che mi vengono proposti.

D: In passato hai partecipato alla serie televisiva “E.R. – Medici in prima linea“, cosa ricordi di quella esperienza?

R: Sì, ho interpretato Nicki, una paramedica. Ho iniziato come guest di fronte a Erik Palladino (venivamo sorpresi insieme nella mia ambulanza e lui veniva licenziato per questo) e dopo aver terminato quel episodio mi hanno invitato come ruolo ricorrente. È stato il mio primo grande impegno in televisione e credo mi abbia aperto molte porte.

D: Il medical drama ha avuto un crescente successo, cosa pensi di questo genere televisivo?

R: Credo che ci sono molti medical drama che negli ultimi 20 anni si sono dimostrati estremamente efficaci, a me piace molto.

D: Nel 2017 sei stata nel cast della sitcom “The Mick”, che tipo di ruolo hai interpretato?

R: Stavo lavorando in “The Mick” proprio mentre stavo sostenendo il provino per “Preacher”. Interpreto una
Interpreto una severa, iperprotettiva e ricca mamma di un ragazzo che sta cercando di diventare il miglior amico di Chip Pemberton, interpretato da Thomas Barbusca. Vengo sorpresa in una situazione davvero compromettente con un altro padre nella scuola. I personaggi in situazioni compromettenti stanno diventando il tema di questa intervista.

D: Quali sono i tuoi film preferiti?

R: Al momento “Wonder Woman”, “Guardiani della Galassia”,  “Il diritto di uccidere” con Helen Mirren e Alan Rickman.

D: Quali serie televisive ti appassionano maggiormente?

R: A parte “Preacher”, sto guardando “Il Trono di Spade”, “The Handmaid’s Tale”, “Veep”, “Walking Dead” e la nuova stagione di “House of Cards”.

D: Nel tempo libero cosa ti piace fare?

R: Escursioni e campeggio. Infatti sto per partire per una escursione di sette giorni nelle Highlands scozzesi. 96 miglia.

Luigi Spezzi, Mauxa.com

Tag:, ,