Vespa-Costanzo, va in onda la sfida a colpi di audience

Bruno Vespa e Maurizio Costanzo: sarà gara dell’audience tra i due veterani della tv. Dal 12 settembre Vespa riapre Porta a porta (Rai1), tre appuntamenti settimanali (martedì, mercoledì e giovedì). Lui aveva chiesto anche il lunedì ma quella seconda serata è stata conquistata da Fabio Fazio. Canale 5 mette in campo, contro Vespa, l’immarcescibile Maurizio Costanzo Show. Non solo, anche Rete4 entrerà in concorrenza proponendo Italiani, programma ideato, scritto e prodotto da Maurizio Costanzo in cui però egli farà solo rapide apparizioni. Nelle intenzioni, racconterà i rapidi cambiamenti della società italiana.

Paolo Mieli passa il testimone a se stesso. Si concludono su Rai3 le puntate de Il tempo e la storia, molto focalizzate sulle guerre mondiali e che vengono anche proposte in edicola, a dispense, ma dall’11 settembre alle 13,15 parlerà meno di cannoni e più di avvenimenti recenti. Il nuovo programma, sempre in onda su Rai3 alle 13,15, si intitolerà Passato presente e cercherà di collegare gli avvenimenti storici del passato con le vicende odierne.

Antonino Monteleone, inviato di Piazzapulita (La7), trasloca alle Iene (Italia1). Come nel calcio, la campagna acquisti va avanti fino al fotofinish, cioè l’avvio della nuova stagione. Commenta, non senza un po’ di contraddizione: «Ho talmente vissuto bene in questi anni alle Iene che gli inviati, la redazione, gli autori, la squadra di produzione capitanata da Flaminia Sacerdote sono diventati la mia famiglia. E la mia comfort zone. Per questo motivo ho deciso di rinnovare l’entusiasmo che mi lega a questo lavoro complicato, faticoso, totalizzante, delegittimato uscendo dalla mia stramaledetta comfort zone».

Milena Gabanelli, in parcheggio dopo avere chiuso la sua esperienza con Report (Rai3) ed essere stata bloccata nel salto al ruolo di direttore di una nuova struttura Rai, un webdesk informativo, vittima dei litigi tra l’ex d.g. Antonio Campo Dall’Orto e il consiglio d’amministrazione, ha preso posizione a favore del ministro Marco Minniti e della sua gestione del problema dell’immigrazione. Quanto basta per venire bacchettata dal manifesto, che invece ai tempi di Report la sosteneva a spada tratta. Adesso avrebbe invece perso il suo spirito investigativo. «Lei è liberissima di rendere pubblico il suo sostegno totale alla linea Minniti», scrive il giornale, «ma gli argomenti non possono essere quelli disinvoltamente addotti se non si vuole rinnegare lo spirito più genuino dell’inchiesta, che è quello di scavare dentro i fatti e di non fermarsi mai alla superficie e al racconto ufficiale».

Michele Placido approfitta del Festival del cinema di Venezia, dove ha ricevuto un premio alla carriera da parte dei giornalisti cinematografici, per promozionare Suburra, serie (10 episodi) di cui è coregista e che sarà trasmessa da Netflix dal 6 ottobre. Protagonista è la città di Roma, Vaticano compreso, nel bene ma soprattutto nel male. Una fiction di denuncia, del resto lui si dichiara deluso dal Pd «partito di rottamatori finito rottamato» e da Forza Italia «guidata di chi non ha più l’età».

Maria De Filippi ha già registrato la prima puntata di Uomini e Donne (Canale 5), che andrà in onda il 18 settembre. Nulla è cambiato rispetto alla scorsa stagione, l’unica incognita riguarda la tenuta del programma rispetto agli alti ascolti (2,5 milioni, 24% di share) del passato: risentirà o no di una certa ripetitività?

Aidan Turner è la protagonista di Poldark, seconda stagione della saga di Winston Atkinson, che incomincia dopodomani, venerdì, su LaEffe, la tv di Feltrinelli. Dallo scorso lunedì è invece in onda (alle 20,40) la striscia quotidiana Un libro per due, gioco a coppie tra 12 lettori.

Giorgio Tirabassi è ancora il vice questore Ardenzi nella seconda serie di Squadra Mobile, con sottotitolo Operazione mafia capitale. Si tratta dello spin off di Distretto di polizia, che Canale 5 ha chiuso dopo dieci onorate stagioni. Dal 13 settembre, due episodi a puntata. Segnerà la riscossa delle fiction Mediaset?

Serena Bortone è stata promossa dalla versione estiva di Agorà a quella invernale, prima puntata l’11 settembre su Rai3 alle ore 10. Lo studio sarà una newsroom dove la conduttrice avrà il compito di commentare, con gli ospiti, i fatti principali della giornata. Una sorta di versione mattutina di LineaNotte (Rai3) che si scontrerà coi programmi più frivoli di quell’ora proposti da Rai1 e Rai2.

Rosita Celentano, Gianfranco Vissani, Barbara Alberti, Sabina Guzzanti, Selvaggia Lucarelli, Peter Gomez sono stati ingaggiati da Marco Travaglio e dal suo giornale Il Fatto Quotidiano che dal 3 ottobre darà vita a Loft, una propria Internet-tv (www.iloft.it) a pagamento e in parte visibile gratuitamente su Facebook. L’a.d. Cinzia Monteverdi ha annunciato che sarà un mix di informazione e intrattenimento con l’obiettivo di conquistare anzitutto i lettori del quotidiano ma, aggiunge, «vogliamo pure allargare gli orizzonti verso un pubblico giovane che non sempre appare interessato all’offerta tv tradizionale».

Francesco Facchinetti per il secondo anno alla conduzione di Miss Italia ha convinto Christian De Sica, Nino Frassica, Francesca Chillemi, Gabriel Garko e Manuela Arcuri a far parte della giuria, nella speranza che l’audience se ne avvantaggi. Le 30 finaliste sono già impegnate nei promo. Si moltiplicano i premi (c’è anche Miss Social) ma il blasonato concorso si regge ancora sulla fascia della reginetta, che sarà assegnata in diretta il 9 settembre su La7.

Giulia Arena e Diletta Parlangeli affiancheranno Valerio Scanu, il cantante lanciato da Amici che debutta come conduttore su Rai4 in Kudos, programma che parlerà (dal 14 settembre) di web e nuove tecnologie. L’emittente cerca pubblico tra i giovani, di qui la scelta di Scanu (che ha appena terminato il suo tour estivo) e di un argomento in grado di interessare una fascia di pubblico piuttosto estranea ai canali Rai. Angelo Teodoli, direttore di Rai4, lancia il sasso. Quali saranno i risultati?

Andrea Delogu stasera torna su FoxLife con Parla con lei, seconda stagione del dating in cui un single o una single osservano una intera giornata di tre pretendenti senza mai vederli in viso e poi scelgono il preferito. In questa edizione il primo single a scendere in campo è un gay. Seconda edizione anche per Dance Dance Dance, che lo scorso anno vide la Delogu tra i protagonisti. Il talent prevede personaggi che reinterpretano famose coreografie. Oltre che su FoxLife il programma andrà in onda pure su Tv8, rafforzando la sinergia tra i due canali che trasmettono già insieme Cucine da incubo e Il contadino cerca moglie.

Barbara D’Urso, cosa non si fa per l’audience. Alla prima puntata di Pomeriggio Cinque è scesa dalle scale dello studio in ciabatte rosa di piume, con la telecamera a insistere sulla presunta e scherzosa sciccheria e i fotografi a scattare. Insomma, una ne pensa e mille ne combina pur di vincere su La vita in diretta (Rai1) che dall’11 settembre tornerà condotta da Marco Liorni e Francesca Fialdini al posto di Cristina Parodi, dirottata a Domenica In (Rai1).

Enrico Morando, viceministro dell’economia e delle finanze con delega sulla Rai, interverrà oggi, alle 14,30, all’audizione della commissione di vigilanza sull’emittente pubblica. Dovrà indicare le risorse previste per i prossimi anni. È programmata la diretta streaming dalle 14,30.

Paolo Salvaderi, a capo delle radio Mediaset, ha firmato la collaborazione tra Radio105 e il Milan. L’emittente metterà in palio biglietti delle partite, i giocatori parteciperanno alle trasmissioni e il marchio della radio comparirà a bordo campo.

Stefano Marroni, vicedirettore del Tg2, chiamato come docente dalle terme di Cervia. Parlerà (il 14 settembre) su Medicina termale e la salute nell’era di Internet. Sede: lo stabilimento termale. I giornalisti che lo andranno ad ascoltare guadagneranno due crediti formativi nell’ambito del discusso iter annuale della formazione professionale. Sarà affiancato dalla giornalista del Corriere della Sera, Margherita De Bac.

Giorgio Ponziano, Italia Oggi

Tag:, , , ,