Non solo i social, anche gli ascolti premiano lo spettacolo tv di Bolle

Quasi cinque milioni di spettatori su Rai1 per ‘Danza con me’, lo spettacolo dedicato al balletto con l’étoile e molti ospiti, da Sting a Tiziano Ferro

Roberto Bolle

Grande successo di ascolti su Rai1 con lo show sul balletto classico di Roberto Bolle che ha aperto il nuovo anno in tv insieme ai suoi numerosi ospiti scatenando l’entusiasmo sui social. Gli spettatori che hanno visto Danza con me sono stati 4 milioni 860mila, con share del 21,53 per cento, un numero superiore rispetto alla prima edizione quando ha raggiunto il 18 per cento. “Grazie grazie grazie per la fantastica serata di ieri. Sono stato travolto dal vostro affetto e dai vostri innumerevoli e meravigliosi messaggi, wow!”. Così Roberto Bolle su Instagram. “E grazie – aggiunge in un altro post – a tutti coloro che hanno creduto in questo spettacolo televisivo, e hanno contribuito a realizzare un prodotto di altissima qualità, bellezza ed eleganza.

Tra i momenti più toccanti, la storia di Ahmad Joudah, giovane ballerino siriano perseguitato dall’Isis e contrastato dalla famiglia, che ha danzato con Bolle sulle note di Inshallah di Sting, in studio con la sua band. Tra gli ospiti, Tiziano Ferro, Fabri Fibra e il “re del jookin” Lil Buck, alla prima esibizione in Italia. A tenere le fila del racconto, un inaspettato Marco D’Amore. All’inizio della serata gli spettatori sono stati 5 milioni 357mila con share del 21,46 per cento, mentre al termine del programma, il segmento Sogna con me vedeva ancora 2 milioni 480mila spettatori, con share del 16,38 per cento, ipnotizzati dall’étoile italiana di fama mondiale.

Rai: spettacolo di qualità premiato dagli ascolti. “Lo spettacolo di Roberto Bolle è uno straordinario esempio di tv di qualità da parte del servizio pubblico. Uno splendido prodotto televisivo, ma anche e soprattutto un racconto artistico di grande livello, che il risultato degli ascolti ha premiato in tutto e per tutto”. È il commento del direttore generale della Rai, Mario Orfeo, ai dati di ascolto di Danza con me. “Per la Rai – prosegue Orfeo in una nota – è una partenza d’anno straordinaria, dopo il grande successo dell’Anno che Verrà, che ha accompagnato l’arrivo del 2018 nelle case degli italiani segnando un aumento di quasi quattro punti di share rispetto allo scorso anno”. “Risultati che confermano – continua il dg – la bontà delle scelte fatte durante l’estate. Dal 1 settembre al 31 dicembre 2017 la Rai guadagna nell’intera giornata mezzo punto percentuale e 123 mila spettatori in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Ancora più importante la crescita nel prime time e nel daytime: in prima serata la nostra offerta ha conquistato in entrambe le fasce quasi un punto in più, +0.9, con un incremento di 146 mila spettatori nella prima serata e 195 mila nel giorno rispetto allo scorso anno”. “Davanti a numeri così positivi – conclude Orfeo – parlare di fuga dalla Rai è la solita fake news. L’unica notizia vera è la fuga dalla realtà e dalla matematica da parte di chi scrive”.

Davanti alla tv in meno di 10 milioni. Nel 2017 gli spettatori davanti al televisore sono calati del 2 per cento nel giorno medio e del 3 per cento nella fascia di prime time. La media giornaliera è 9,8 milioni, sotto la soglia critica dei 10 milioni.  A resistere in termini di share sono le corazzate generaliste Rai1 e Canale 5. Va considerato però che c’è un calo generale del pubblico e quindi ragionando sui valori assoluti il dato è comunque critico. Crescono i canali nuovi, Tv8  guida e incrementa lo share di mezzo punto, Paramount Channel raddoppia gli ascolti in prima serata. Il mercato è comunque fermo, se non in calo, per ascolti e pubblicità. La tv vale ancora quasi la metà degli investimenti pubblicitari (Google e Facebook compresi), ma è inesorabile l’avanzata di Netflix e Amazon Prime Video.

Repubblica.it

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,